Incendio World Trade Center Hong Kong: decine di persone intrappolate al trentanovesimo piano

Le fiamme si sono propagate a partire dai piani inferiori, si sono registrati 13 feriti

Mercoledì di paura per le decine di persone che sono rimaste intrappolate al trentanovesimo piano del World Trade Center di Hong Kong e in altri settori della gigantesca costruzione. L’obiettivo era mettersi al sicuro da un incendio che dai piani inferiori si è propagato alle parti più alte di una struttura di quasi quaranta piani.

World Trade Center di Hong Kong: tredici feriti nell’incendio

Si ipotizza che all’interno del World Trade Center di Hong Kong potessero esserci oltre 1000 persone. Molte delle quali, a differenza di quelle bloccate, sono riuscite ad evacuare e a mettersi in salvo.

Diversi video virali hanno immortalato la scena, riferita però ai piani inferiori con decine di persone immobili in spazi particolarmente piccoli. Su un terrazzo che, in quella fase, poteva significare verosimilmente evitare di dover respirare le conseguenze delle fiamme o patirne gli effetti.

Bloccati come lo erano coloro i quali si sono trovati a non potersi muovere dalla parte apicale dell’edificio dove sarebbero stati in centinaia ad attendere che i soccorsi completassero le loro operazioni.

Il bilancio, riportato da scmp.com, riferisce che l’evento avrebbe generato il ferimento di tredici persone tra i 25 e gli 82 anni. In dieci avrebbero subito le conseguenze dell’inalazione del fumo delle fiamme, in tre invece potrebbero avere subito degli infortuni di altro tipo. Per fortuna non ci sono vittime.

Incendio all’ora di pranzo

Il World Trade Center è una struttura che ha 38 piani e si trova su Gloucester Roads. L’allarme antincendio, secondo quanto riportato da South Cina Morning Post, sarebbe scattato nel momento in cui le tante persone stavano per osservare la propria pausa pranzo o erano già all’interno dei ristoranti della struttura. Le operazioni di spegnimento si sarebbero protratte fino alle ore 16.30.

Le dichiarazioni dei vertici dei Vigili del Fuoco locali hanno messo in evidenza le difficoltà nelle operazioni di contenimento delle fiamme. Ciò è stato prevalentemente dovuto alle ampie dimensioni dell’edificio e alla necessità di prestare soccorso d’aiuto in diverse situazioni all’interno di una struttura così estesa.

Dal punto di vista del pericolo l’incendio è stato classificato come di «livello 3», rispetto ad un massimo possibile fissato a 5.

Le possibili cause dell’incendio al World Trade Center di Hong Kong

La struttura è attualmente in ristrutturazione e le fiamme si sarebbero propagate attraverso le impalcature installate per le operazioni. Si ipotizza che il rogo sarebbe divampato a partire dai sotterranei o comunque dai piani più bassi, dove sono collocate delle stanze con diversi interruttori elettrici.

Le indagini sull’accaduto chiariranno se a generare tutto possa essere stato un cortocircuito. Certo è che la paura per chi si è trovato coinvolto in una situazione così delicata è stata tanta.