Incendio Ponte di Ferro a Roma, danni alla struttura

Incendio Ponte di Ferro a Roma, danni alla struttura

Danneggiata la struttura, ora si attende di conoscere le cause e quando si potrà tornare ad usufruirne

Nella tarda serata di sabato 3 ottobre un vasto incendio ha interessato il «Ponte di ferro» (come viene chiamato dai cittadini) sul Tevere, a Roma. L’opera è collocata nella zona Sud della capitale e collega i quartieri Ostiense e Marconi. Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che sono riusciti a riportare sotto controllo la situazione.

Incendio Ponte di Ferro: danni alla struttura

Il Ponte dell’Industria, questo il suo nome ufficiale, è stato inaugurato nel 1863. È lungo oltre 131 metri e rappresenta una via di comunicazione di grande rilevanza per la città di Roma. La struttura ha riportato danni particolarmente gravi, al punto che alcune parti dell’opera sono state completamente distrutte dalle fiamme.

In alcuni casi qualche frammento è addirittura finito nel fiume. La vera buona notizia è arrivata a notte inoltrata ed è rappresentata dal fatto che è stato possibile escludere la possibilità che potessero esserci danni a persone determinate dall’evento.

Incendio ponte di ferro, si attende di conoscere le cause

Una volta messa in sicurezza l’area grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco si proverà a far luce su quelle che potrebbero essere state le cause che hanno incendiato un rogo in grado di danneggiare una struttura così importante per la città.

Tra le ipotesi che iniziano ad emergere a livello mediatico c’è la possibilità che l’evento possa essere stato innescato da alcune baracche che si trovano al di sotto della struttura con il possibile interessamento di una condotta del gas.

Tra i disagi che sono stati segnalati in seguito all’incendio che ha interessato il «ponte di ferro» c’è il fatto che alcune abitazioni sono rimaste senza fornitura di luce, acqua e gas.

Dopo l’incendio si attende di sapere quando si potrà tornare ad usufruire della struttura

Sarà, inoltre, di grande importanza accertare in maniera definitiva quelle che saranno le condizioni della struttura. Occorrerà, infatti, valutare la stabilità del ponte con sopralluoghi tecnici finalizzati a dare un eventuale via libera alla riapertura della via di comunicazione che, come detto, ha un’importanza significativa nella viabilità cittadina.

L’intervento dei Vigili del Fuoco, come si legge sul profilo Twitter del Corpo, si è concluso alle 4. «Dichiarato - si legge ancora nel post - inagibile il ponte e interdetto il transito dei natanti sul tratto del fiume».

Nel 2013 un evento simile aveva interessato il ponte di ferro di Roma . In quel caso, però, l’azione delle fiamme ebbe modo di diffondersi su una distanza sensibilmente inferiore rispetto all’incendio divampato nella tarda serata di sabato 2 ottobre.