Il rapper “Fratellì ho preso il muro” è stato scarcerato

Il rapper “Fratellì ho preso il muro” è stato scarcerato

Algero Corretini, conosciuto semplicemente come «Fratellì», è stato scarcerato dopo quasi 90 giorni in cella, a seguito di una violenta aggressione ai danni della sua (ex) compagna

Il 23 gennaio era stata una delle notizie di cronaca più discusse nel nostro paese: Algero Corretini era finito in manette dopo una (duplice) violenta aggressione ai danni della sua (ormai ex) compagna.

I guai giudiziari di Fratellì

Il rapper e personaggio pubblico, noto anche come 1727Wrldstar, aveva procurato alcune fratture alle costole le la perforazione di un timpano alla sua allora compagna, ferite giudicate guaribili in un mese. Qualche giorno prima era «scomparso nel nulla» per un breve periodo.

La donna era riuscita a scappare dopo la prima aggressione ma Corretini l’aveva raggiunta in auto e picchiata nuovamente, prima che arrivassero i carabinieri e bloccassero il violento.

I fatti risalgono al 23 gennaio: dopo un breve processo il rapper fu condannato ad alcuni mesi in carcere. Nella sua abitazione furono trovati anche anabolizzanti, sostanze stupefacenti e perfino un timbro falsificato di un medico che gli permetteva di acquistare in farmacia alcuni medicinali.

Ieri Algero ha scontato il suo ultimo giorno in carcere ed è potuto tornare a casa, come testimoniano alcune sue Storie Instagram. Resta da capire come si comporterà nel futuro prossimo e se, effettivamente, la detenzione ha ottenuto l’effetto «correttivo».

Un personaggio pubblico

Aspetto eccentrico, faccia piena di tatuaggi, Corretini è diventato famoso alcuni anni fa grazie a un video virale. Alla guida di un’automobile, il rapper superò abbondantemente i limiti di velocità del paesino nel quale stava guidando e finì per schiantarsi contro un muro.

Dopo l’impatto, il 25enne urlò: «Ho preso il muro, fratellì!» più volte. Quella frase diventò iconica e nei giorni successivi fu ospite di numerose trasmissioni televisive. Anche «Le Iene» e «Piazzapulita» lo hanno intervistato.

Nei mesi successivi ha postato altri video diventati virali, tra cui perfino alcuni a luci rosse. L’episodio di grave violenza ai danni della fidanzata a cui è seguita la detenzione in carcere, però, potrebbe aver messo fine al suo periodo di gloria. Resta da capire ora «Fratellì» cosa si inventerà per tornare sotto i riflettori.