Il cubo: esce lo sconvolgente trailer dell’horror di Vincenzo Natali

Il cubo: esce lo sconvolgente trailer dell'horror di Vincenzo Natali

Ecco il trailer del nuovo remake horror de «Cube - Il cubo». Ritorna nelle sale il il film cult di Vincenzo Natali.

Cube - Il cubo, film horror cult anni ’90, è ancora oggi uno dei più visti e citati dal pubblico e dalla critica. Adesso, l’opera di Vincenzo Natali è oggetto di un interessante remake giapponese: Cube - Il cubo si mostra nel nuovo sconvolgente trailer diffuso in rete.

Cube - Il cubo: ecco il nuovo terrificante remake giapponese. Cast e dettagli sul nuovo film

La riproposizione orientale si intitola come l’opera originale del regista statunitense, con una trama semplice, lineare e senza alcuna variazione: «Un misterioso cubo. 6 uomini e donne sono misteriosamente intrappolati in un Cubo. Non è chiaro dove si trovino, perché sono stati intrappolati e se ci sia o no un’uscita, se riusciranno a sopravvivere o cosa rappresenti la stessa stanza in cui si ritrovano».

Il film è stato prodotto da Shochiku e diretto da Shimizu Yasuhiko. Un caso davvero interessante, infatti, è che l’industria cinematografia horror giapponese è stata sempre fonte di ispirazione per quella americana, come ad esempio i film di The Ring o The Grudge, ma in questo caso è tutto l’opposto.

Vincenzo Natali, comunque, è stato coinvolto come consulente creativo, con Tokuo Koji come sceneggiatore. Il cast è composto da Suda Masaki, Okada Masaki, Tashiro Hikaru, Saito Takumi e Anne.

Il regista Yasuhiko ha descritto il film: «Nessuno può resistere al potente sistema del Cubo. Nel fare questo film, è stato come se fossimo entrati noi stessi nel Cubo, anche perché abbiamo girato l’intero film in un unico posto. Poi abbiamo dovuto confrontarci con noi stessi. Cosa si nasconde nel proprio io più profondo: speranza o disperazione? Presto sarai nel Cubo con noi ma, in effetti, potresti già esserci dentro».

Cube - Il cubo (Cube) è un film del 1997 e la sua La storia è incentrata su un gruppo di persone rinchiuse dentro una struttura dalle stanze cubiche, molte delle quali sono delle trappole mortali. Il film è stato apprezzato dalla critiche, conquistandosi un pubblico di affezionati. Le atmosfere particolari del film sono state fonte d’ispirazione per molte altre opere di genere.