Grandecaldo in arrivo, 10-11 agosto fino a otto città da bollino rosso

Tante anche quelle con bollino arancione

Il sito specializzato IlMeteo.it l’ha già ribattezzato Lucifero. Il riferimento è all’ondata di caldo che interesserà l’Italia a quella che si annuncia essere la settimana più calda dell’estate. Un periodo che traghetterà verso la domenica di Ferragosto con temperature che raggiungeranno pichi che, nel corso della bella stagione 2021, non erano mai stati toccati.

Estate 2021, calda ma non da record

L’estate 2021 era stata annunciata come una stagione che sarebbe stata calda, ma non caldissima. Una spiegazione che serviva a far capire come nel complesso non si sarebbe arrivati a dati da record relativi al lungo periodo, ma non era escluso che alla fine sarebbero arrivate ondate di caldo africano come poi puntualmente si sono verificate.

Caldo in arrivo, gli scenari

Se ne sono avute diverse. Ne sa qualcosa il Sud che solo negli ultimi giorni aveva iniziato ad avere qualche grado in meno che aveva rappresentato una sorta di momento di respiro dopo giorni in cui la colonnina di mercurio aveva raggiunto temperature considerevole.

Caldo atteso su tutto il Paese

Nel complesso, nell’ultimo periodo, si è a lungo assistito ad un’Italia caratterizzata da un quadro eterogeneo. Maltempo e grandine al Nord con conseguenti disagi creati dai fenomeni, caldo afoso, venti caldi e incendi difficili da domare nel Mezzogiorno.

Nel viaggio temporale verso Ferragosto si dovrebbe assistere ad un’omologazione della situazione con un clima di assoluta serenità. Gli ultimi temporali dovrebbero riguardare le aree orientali del Nord, prima di lasciare spazio ad una certa stabilità.

Serenità, però, è anche sinonimo di grande caldo stando a quelli che sono gli scenari annunciati. Tutti i segnali lasciano intendere che ci si avvia verso quella che si candida in maniera credibile ad essere come la settimana più calda dell’estate.

Caldo: le città da bollino rosso e arancione

Già il 10 e l’11 agosto ci saranno i margini per sentire in maniera tangibile gli effetti. Non a caso c’è un bollettino del Ministero della Salute che etichetta come da «bollino rosso» diverse città per le due giornate in questione.

Si parte da Bari, Rieti, Campobasso e Roma. Il dato sale, invece, fino a otto per la giornata seguente dove lo status è stato conferito a Bari, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma.

In arancione per il 10 agosto ci sono: Bologna, Brescia,Catania, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Trieste e Viterbo. Per lo stesso livello di rischio per l’11 agosto le comunicazioni del Ministero della Salute indicano: Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, le dirimpettaie Messina e Reggio Calabria, Milano, Napoli, Trieste, Verona e Viterbo.

Uno scenario che anticipa il fatto che ci si attenda che, in alcun aree, si possano superare i quaranta gradi.