Autore: G.M

26
Lug

Fiori bianchi da due bimbi nel punto dove ha perso la vita il carabiniere accoltellato

Un gesto bellissimo da parte di un padre che ha fatto deporre dei fiori ai suoi piccoli, «devono capire che c’è gente che lavora per difenderci».

Una brutta storia che ha scosso la nostra Capitale è l’uccisione di un carabiniere questa mattina in Rione Prati quartiere romano vicino al Vaticano, una zona non certo malfamata, anzi, con hotel, b&b e appartamenti di lusso. Sta di fatto che in via Pietro Cossa due balordi, dopo aver rapinato una donna scippandogli la borsa e dopo aver cercato di estorcere denaro alla signora per restituire documenti e chiavi, hanno ammazzato Mario Cerciello Rega, vice brigadiere dei carabinieri della Stazione di piazza Farnese.

Cosa è successo alle 3 del mattino

Il Carabiniere è intervenuto con un suo collega per cogliere in flagrante i ladri mentre estorcevano denaro alla donna. Nella colluttazione susseguente tra i due rappresentanti delle nostre forze dell’ordine e i due che sembrava fossero di origine nordafricana, ha avuto la peggio proprio il carabiniere. Uno dei due ladri per fuggire via lo ha ucciso con 7 coltellate. La caccia all’uomo, scattata immediatamente dopo l’accaduto, sembra che abbia portato al fermo di due sospetti, che non c’entrano nulla con il Nord Africa essendo provenienti dagli Usa, cioè americani.
La vicenda ha rabbrividito tutti, anche fuori dalla Capitale. Sconcerto a Somma Vesuviana, paese natio del povero Carabiniere. Anche Salvini in mattinata ha promesso la galera a vita ed i lavori forzati per il colpevole.

Il gesto speciale da due bambini

Il collega del carabiniere ucciso, anche egli ferito seppur lievemente, ha diramato subito l’allarme. L’ambulanza giunta in soccorso in breve tempo ha prelevato il povero carabiniere portandolo in ospedale, ma è praticamente morto sul luogo dell’accoltellamento dove gli infermieri del 118 lo hanno trovato accasciato al suolo.
Ed è proprio sul luogo del delitto che si è materializzato un bellissimo gesto di due bambini residenti proprio in via Pietro Cossa, la via dove è perito il povero Mario Cerciello Rega.

Michele e Matilde, così si chiamano i 2 bimbi che hanno portato i fiori sul luogo dell’omicidio del carabiniere. Infatti un residente della via sede della tragedia ha portato in strada i suoi due piccoli che hanno deposto a terra, dove era accasciato il carabiniere un mazzo di fiori bianchi. Il papà dei piccoli ha detto : “Devono capire che ci sono persone che perdono la vita per tutelarci”. I commenti sull’accaduto sono molteplici. C’è chi dice, «li hanno ucciso per un portafogli», oppure c’è chi parla di una morte assurda per un misero stipendio che è quello del carabiniere. Anche il primo cittadino di Somma Vesuviana, nel napoletani, che come dicevamo è il paese dove il Vicebrigadiere era nato e cresciuto ha voluto dire la sua. «Siamo tutti scioccati per l’accaduto, ma confidiamo che i responsabili saranno presi e assicurati alla giustizia», così il sindaco di Somma Vesuviana.