Autore: Antonio 2

Festa della Scienza: trionfa il «Don Tonino Bello» di Tricase!

Festa della Scienza, vince il «Don Tonino Bello»

Un antico proverbio cinese recitava: «È meglio accendere una candela che maledire l’oscurità» e questa manifestazione punta a fare quanta più luce possibile tra gli studenti.

La luce della scienza è la vera protagonista, al centro della manifestazione «Festa della Scienza», giunta ormai all’undicesima edizione. Si tratta di un prestigioso evento scientifico-culturale nato da un’idea del Prof. Antonio Musarò, dell’Università La Sapienza di Roma e Salentino di origine, il quale in collaborazione con l’Associazione Apertamente di Andrano (LE) ha ideato e curato l’organizzazione di tutte le edizioni della manifestazione. L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere la cultura scientifica, soprattutto tra le giovani generazioni. Come lo stesso comunicato stampa afferma, si tratta di «un’occasione di confronto sulle tematiche scientifiche, ma anche di divulgazione, scambio di buone pratiche e di valorizzazione della cultura scientifica verso target con background sociali, educativi e professionali differenti

Trionfa il «Don Tonino Bello»

L’undicesima edizione della manifestazione ha registrato la vittoria del premio «speciale AIRC» della classe 3A di Biotecnologie Sanitarie del «Don Tonino Bello». Un premio che ovviamente fa molto piacere alla dirigente Manca, che dirige magistralmente l’Istituto da 13 anni. Tra gli altri riconoscimenti, il premio «cervelli fumanti» è andato ad una studentessa del «Manzoni- Radice» di Lucera (Foggia), mentre il premio «comunità invisibile del microbiota» è stato vinto da una studentessa del «Rita Levi Montalcini» di Casarano (Lecce).

Il direttore scientifico della manifestazione, Antonio Musarò, ci ha parlato di nuovi progetti: «stiamo già pensando insieme alla dodicesima edizione della festa della scienza che si terrà a maggio del 2021. Abbiamo già preso contatti con eminenti scienziati tra i quali la Senatrice a vita prof.ssa Elena Cattaneo che ormai è ospite fissa della nostra manifestazione e che ritornerà con piacere nel 2021.»