Femminicidio a Vicenza: donna uccisa a colpi d’arma da fuoco

Femminicidio a Vicenza: donna uccisa a colpi d'arma da fuoco

In Veneto una tragedia che allunga la scia di femminicidi

C’è un altro femminicidio da raccontare nella mattinata del 10 settembre. Teatro del delitto è, stavolta, la provincia di Vicenza. A perdere la vita è stata una donna, uccisa a colpi d’arma da fuoco mentre si trovava all’interno di un parcheggio di Noventa Vicentina. Stando alle prime notizie l’uomo che si sarebbe reso protagonista del delitto si sarebbe dato subito alla fuga.

Femminicidio a Vicenza: come sono andate le cose

Le prime ricostruzioni della vicenda emerse a livello mediatico rivelano che la vittima è una trentunenne di origine nigeriana. Il sospettato sarebbe l’ex convivente. Quest’ultimo si sarebbe dato alla fuga in auto ed ora è ricercato dalle forze dell’ordine in tutta l’area. Tra i dettagli relativi al fatto si è appreso che l’uccisione sarebbe avvenuta intorno alle 7 del mattino, poco prima che la vittima desse inizio alla propria giornata lavorativa.

Donna uccisa a Vicenza, la dinamica

I connotati della vicenda fanno emergere un quadro in cui il delitto si sarebbe sviluppato come un vero e proprio agguato. In particolare l’uomo avrebbe atteso che la donna scendesse dalla sua auto, prima di esplodere i colpi che l’hanno ferita mortalmente.

Si attendono ulteriori sviluppi delle indagini che potrebbero aiutare a chiarire quali motivazioni ci sarebbero state alla base del gesto. L’obiettivo delle prossime ore è ovviamente quello di intercettare la fuga del sospettato, operazione per quale sono al momento impegnati i Carabinieri con il supporto della Polizia.

Ancora un femminicidio

In attesa delle evoluzioni della vicenda, il dato di fatto incontrovertibile è l’ennesimo femminicidio. Una lunga scia drammatica di delitti che presentano il comune tratto di porre fine alla vita di donne.

Un’altra vittima si era registrata nella giornata del 9 settembre. A morire per effetto delle coltellate del marito era stata una sessantenne. Era stato lui stesso ad avvisare i Carabinieri di quanto fosse accaduto in un’abitazione sita in un comune della provincia di Cagliari. I primi dettagli sulla vicenda hanno riferito di una lite violenta tra i due, sfociata nel delitto. Gli uomini dell’Arma, una volta giunti sul luogo dell’accaduto, hanno notato il corpo della vittima e il marito che li attendeva.