Federer, nuova operazione al ginocchio: obiettivo è ritorno in campo

Lo svizzero dovrà operarsi e stare fuori per mesi

Nuova operazione al ginocchio per Roger Federer. Lo ha annunciato lui stesso con un post pubblicato sul suo profilo Instagram. Nel video con cui si è interfacciato con i suoi follower ha spiegato quello che è stato l’esito del confronto con i medici. Una circostanza che quando gli anni sulla carta di identità sono 40 può sicuramente mettere a dura prova persino la resistenza di una leggenda del tennis come lo svizzero.

Nuova operazione per Roger Federer

L’età è quella di chi, mese dopo mese, deve chiedersi se è il caso di andare avanti. È il destino di ogni professionista dello sport che, ad un certo punto, raggiunge certe soglie anagrafiche.

La stoffa è quella di chi conta decine di milioni di fan nel mondo che mai vorrebbero mettere in discussione la prosecuzione di una carriera stellare. Fatta di successi, di ripetuti e sistematici lampi di classe.

Un’ampia parentesi che chi ama il tennis ha oggi avuto il privilegio di vivere da contemporaneo, sapendo di poter ammirare giorno dopo giorno le gesta di chi ha indiscutibilmente fatto la storia del tennis.

Operazione al ginocchio, le parole di Roger Federer

«Ho fatto - ha rivelato il tennista - parecchie visite e consulti medici per il mio ginocchio e questo non è il modo di andare avanti. Ho bisogno di un’altra operazione, e abbiamo deciso di farla».

Parole che, naturalmente, aprono il quadro a diverse riflessioni sul futuro. E, per chi ha vinto 20 slam facendo innamorare generazioni di appassionati di tennis con il suo gioco completo e privo di punti deboli, persino alterare logiche che potrebbero apparire già scritte può diventare meno difficile.

Se lo augurano tutti, anche perché quel momento che tutti vogliono allontanare, cioè la fine della carriera, meriterebbe una cornice degna, all’interno di un campo da gioco, e non un semplice annuncio in seguito ad un infortunio.

Di recente altre operazioni al ginocchio per Federer

Feder aveva già subito un’operazione al menisco sinistro cinque anni fa, mentre nel 2020 era toccato al ginocchio destro. L’avanzare dell’età rende, fisiologicamente, meno facile qualsiasi recupero da un infortunio.

«Starò fermo - ha dichiarato il campione svizzero - per molti mesi, sarà molto dura ma voglio stare bene e concedermi una piccola speranza di tornare a giocare».

«Sono realista. So - ha ammesso Federer - cosa vuol dire un’altra operazione alla mia età, ma voglio stare bene ed essere attivo.» Ed è questa una partita in cui lo svizzero godrà del tifo di tutti.

Tifosi e avversari che in questi anni lo hanno apprezzato e ne hanno riconosciuto la grandezza. Una statura che è anche certificata da 103 titoli vinti e una percentuale di partite vinte pari a quasi l’82%. E chi ama il tennis quanto la grandezza di Federer vada persino al di là di questi già straordinari numeri.