Expo 2030, il Premier Draghi candida ufficialmente Roma

Expo 2030, il Premier Draghi candida ufficialmente Roma

Il presidente del Consiglio lo ha annunciato inviando una lettera a tutti i candidati sindaco della capitale

Roma prossima città ad ospitare l’esposizione universale del 2030? Presto per dirlo, ma di sicuro la capitale verrà proposta per ospitare questa grande kermesse importantissima a livello mondiale.

Ad annunciare l’intenzione del governo a candidare Roma capitale come prossima città ospitante dell’Expo 2030 è stato il Premier Mario Draghi tramite una lettera inviata ai candidati a Sindaco della città.

Ad annunciare la candidatura il Premier Mario Draghi

"Ospitare l’Expo 2030 a Roma significherebbe ripartenza per tutta l’Italia, con nuove e notevoli opportunità di lavoro e di rilancio economico" - ha scritto Draghi.

"Si tratta senz’altro di una grande opportunità per lo sviluppo della città", scrive il Presidente Draghi nella sua lettera, ringraziando i candidati «per la dimostrazione di unità a favore della nostra Capitale».

Soddisfatto anche Luigi Di Maio ministro degli Esteri

Grande soddisfazione per la notizia anche da parte del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio che su Facebook ha scritto: "Questo è il punto di inizio di un nuovo percorso. È un’altra sfida green, di sviluppo urbano e di crescita economica per la nostra Capitale, e c’è tanto da fare. Saranno mesi intensi e bisognerà dare il massimo per coronare questa candidatura".

Dello stesso avviso Virginia Raggi

Dello stesso avviso anche l’attuale sindaca di Roma Virginia Raggi candidata alle prossime elezioni comunali del prossimo fine settimana. "Daje!!! Roma è ufficialmente candidata ad ospitare l’Expo del 2030. Si tratta di uno dei più importanti eventi internazionali" - ha scritto la Raggi su Facebook.

"Per Roma si tratta di un particolare motivo di orgoglio perché supera il racconto di una città dove non si possono fare le cose, anzi è la dimostrazione che a Roma si può fare tutto e anche meglio. Ringrazio Draghi e Di Maio".

Dopo Milano così anche Roma si appresta a volere organizzare l’esposizione universale. Gli era già stata affidata nel 1942 ma quell’edizione non si svolse mai a causa della seconda guerra mondiale. Ora tra 9 anni Roma ha la possibilità di rifarsi.

"Per l’Italia e per Roma l’Expo 2030 è una seconda occasione che non possiamo perdere. Nei prossimi giorni vi presenterò il progetto con il quale vogliamo aggiudicarci l’edizione dell’Expo 2030" - ha scritto ancora la Raggi davvero entusiasta della candidatura.

Vedremo se ovviamente sarà lei a gestire questa prima fase di candidatura visto che il prossimo week end il consiglio comunale della capitale verrà rinnovato.