Euro 2020: premi giocatori Italia in base ai risultati, le cifre

Euro 2020: premi giocatori Italia in base ai risultati, le cifre

Gli azzurri di Roberto Mancini stanno riscuotendo grandi consensi e un grande risultato assicurerebbe loro anche un premio in denaro

Euro 2020 sta appassionando gli italiani. Gli azzurri di Roberto Mancini si sono mostrati un collettivo che, con credibilità, può aspirare a fare un lungo percorso nel torneo. Ma quali sono i compensi che ciascun giocatore avrà da questa manifestazione? La risposta è: dipende. Può essere zero, come si potrebbe arrivare a centinaia di migliaia di euro.

Giocatori a Euro 2020: quali compensi?

I calciatori possono vantare lauti stipendi per effetto dei contratti che hanno sottoscritto con le proprie squadre di appartenenza, ma la loro attività con le selezioni nazionali non prevede un corrispettivo. Nel caso delle grandi manifestazioni continentali o mondiali può succedere, come è accaduto in questa stagione, che si stabilisca un eventuale premio qualora una squadra raggiunga un traguardo prefissato.

Euro 2020: premi stabiliti dall’Italia

Stando a quelle che sono le cifre rivelate dal portale Calcio & Finanza, i calciatori dell’Italia, in accordo con la Federazione, avranno dei premi in base al livello di avanzamento che la squadra riuscirà ad avere nelle competizioni. Per ogni calciatore sarebbero previsti:

  • 80 mila euro lordi, in caso di arrivo ai quarti di finale
  • 150mila in caso di approdo in semifinale
  • 200mila qualora si arrivasse all’atto finale
  • 250mila con la vittoria dell’Europeo.

I premi delle altre federazioni

L’eventuale premio vittoria, tra l’altro, risulta essere significativamente inferiore rispetto a quello garantito da altre federazioni. Si va oltre il mezzo milione di euro a testa in Inghilterra, cifra poco inferiore in Belgio, Germania e Spagna. Poco meno di centomila euro in più rispetto agli italiani avrebbero francesi e portoghesi in caso di successo continentale.

Le federazioni avranno comunque la possibilità di accedere ai premi messi in campo dall’Uefa. Una nazionale che, come quella italiana, dovesse arrivare fino al primo posto dell’Europeo arriverebbe ad ottenere un compenso di poco inferiore ai trenta milioni di euro.

Euro 2021: gli azzurri giocano soprattutto per l’Italia

Si tratta di cifre che, per molti giocatori, risultano non della stessa rilevanza che potrebbero avere per un comune lavoratore. La maggior parte dei calciatori della rosa con i propri club possono vantare stipendi a sei zeri e la grande motivazione che spinge i ragazzi di Mancini a impegnarsi al massimo per ottenere un risultato prestigioso per il Paese non è certo mossa da motivi strettamente economici.

Europei e mondiali: da sempre vetrina per i calciatori

Manifestazioni come Euro 2021 rappresentano, però, una vetrina significativi per chi riesce ad ergersi a protagonista. Molti giocatori, infatti, riescono a guadagnarsi l’attenzione di club che sono pronti a proporre loro accordi migliori di quelli in essere o anche di sponsor disposti a offrire nuovi contratti di collaborazione. Segno che, al di là dei premi, l’indotto che si può scatenare dopo una rassegna internazionale può diventare rilevante. Soprattutto per qualcuno che può aspirare a diventare una stella internazionale.

L’onore di rappresentare una nazione a livello sportivo ad alto livello e ottenere risultati importanti rappresenta un privilegio a cui di conseguenza corrispondono anche gratificazioni dal punto di vista strettamente finanziario.