Esplosione in Germania, paura per nuvola nera: cosa è successo a Leverkusen

Un’esplosione all’interno del parco chimico sta generando non pochi problemi e appresione.

Tanta paura in Germania per una forte esplosione avvertita nell’Ovest del Paese. La città teatro dell’accaduto è stata Leverkusen, da cui sui social e sui media tedeschi sono arrivate immagini che hanno documentato in maniera eloquente la situazione venutasi a creare. L’evento si è verificato all’interno di un impianto chimico e da subito è arrivato l’invito alla popolazione a mettersi al riparo in casa, provvedendo a chiudere le finestre per evitare di respirare l’aria resa insalubre dall’accaduto. Stando alle prime notizie, inoltre, ci sarebbero dei feriti.

Esplosione in Germania: la situazione

La nuvola nera si è levata nel cielo di Leverkusen in mattinata, subito dopo l’esplosione. L’evento si sarebbe verificato dopo le 10 e, secondo quanto riporta la Bild, avrebbe riguardato un’azienda che si occupa di smaltimento rifiuti. Secondo le prime informazioni che provengono dalla Germania si sarebbero registrati almeno due feriti gravi. Sempre stando a quanto riportano i media tedeschi l’impianto in questione verrebbero stoccati e smaltiti anche rifiuti pericolosi e sostanze tossiche.

Esplosione a Leverkusen: massima allerta

Forse proprio anche sulla base di questo è stato chiesto ai residenti di tenere ogni infisso chiuso, provvedendo a trovare riparo qualora ci si trovasse all’aperto. Attorno al luogo dell’evento si è provveduto a creare una sorta di cintura di sicurezza, chiudendo ogni autostrada o via d’accesso in grado di condurre nei paraggi dell’impianto esploso. Anche perché c’è il timore che la nuvola nera possa dirigersi verso altri centri limitrofi, nei quali potrebbe presto scattare lo stesso invito a restare in casa.

Esplosione in Germania, pericolo inquinamento

La nuvola di fumo, tra l’altro, risulta visibile anche da altre città. Rispetto all’esplosione l’edizione on line di Frankfurter Allegmeine riporta ulteriori dettagli, chiarendo come l’esplosione non sarebbe avvenuta nell’area centrale del parco chimico, ma nell’area della discarica e dell’incenerimento rifiuti.

Sul posto si è registrato l’intervento dei Vigili del Fuoco che, tra le attività in corso, stanno provvedendo a rilevare con appositi strumenti i livelli di inquinamento dell’aria.

La situazione risulta, al momento, in divenire e si attende di capire quali saranno gli sviluppi. Le cause di quanto accaduto sono al momento ignote.

Chempark, cosa è

Il Chempark (o parco chimico) è un vero e proprio parco per l’industria chimica presente in Germania. Occupa una superficia dei 13,5 chilometri quadrati, dove hanno sede 50 aziende e lavorano 50.000 persone. Ed è diviso tra Lverkusen, Domagen e Krefeld - Uerdingen. Si stima che circa un terzo della produzione chimica del Nord Reno West-Falia abbia sede in quest’area, oggi interessata dall’esplosione da cui è scaturita questa enorme nuvola nera che minaccia i cieli e l’aria della Germania e della quale se ne sentirà parlare pe un po’.