Escursionista trovato morto in Valle d’Aosta

Escursionista trovato morto in Valle d'Aosta

L’uomo sarebbe caduto in un dirupo, trovato invece sano e salvo un altro uomo disperso in Friuli

Domenica con tragedia in Valle d’Aosta. Il cadavere di un escursionista è stato ritrovato in una zona vicina al lago Lavodilec. Rispetto alla tragica fine dell’uomo è emerso che a determinare il decesso potrebbe essere stata la caduta in un dirupo. È andata per fortuna meglio ad un altro uomo che era risultato disperso in provincia di Pordenone, ma le ricerche hanno consentito di ritrovarlo sano e salvo.

Escursionista trovato morto, ricerche proseguite anche durante la notte

Le ricerche sono scattate nel momento in cui una persona aveva segnalato il mancato rientro dell’amico. In particolare, secondo quanto riporta l’Ansa, sarebbe dovuto rientrare a Chamonix, ma da diverse ore non si riusciva ad entrare più in contatto con lui.

L’ultima interazione sarebbe arrivata attorno a mezzogiorno di sabato, con una fotografia inviata. L’allarme ha fatto sì che da subito sono scattate le ricerche dell’escursionista. Le ricerche, in particolare, sarebbero state focalizzate su quelli che erano i sentieri riguardanti il percorso che l’uomo aveva pianificato.

Escursionista trovato morto in Valle d’Aosta, decisiva perlustrazione in elicottero

Per l’operazione si sono mobilitate il soccorso alpino e gli uomini della Guardia di Finanza. La perlustrazione del territorio, avvenuta anche durante la notte, non ha permesso di fare sulla vicenda. Tuttavia, a rivelare il tragico destino dell’uomo oggetto di ricerche è stato il volo di un elicottero che ha individuato il corpo.

L’arrivo dei sanitari sul punto del ritrovamento non ha consentito di far altro che constatare l’avvenuto decesso. Stando, inoltre, ai dettagli emersi e riguardanti l’uomo deceduto si è appreso si trattasse di un uomo di origine straniera, probabilmente spagnola.

Altro escursionista disperso in Friuli, ma trovato sano e salvo

Sospiro di sollievo, invece, per un altro escursionista che era risultato disperso dal pomeriggio di sabato. Quest’ultimo era ricercato nella zona del Monte Fra, nella zona tra Andreis e Montereale-Valcellina. Le attività di ricerca sono iniziate nella serata di sabato, avendo esito positivo con le prime luci del giorno.

Anche in questo caso la mobilitazione di uomini e mezzi di soccorso è stata considerevole, dopo l’allarme che lo stesso escursionista aveva lanciato. Il trentaseienne aveva, infatti, contattato il numero di emergenza, facendo presente di essersi perso.

Il protagonista della vicenda ha, dunque, trascorso la notte nel bosco fino all’arrivo dei soccorsi con un lieto fine per la disavventura. Il portale UdineToday ha, inoltre, chiarito come alle 6.40 sia stato messo in azione un elicottero della Protezione Civile di Tolmezzo, mentre sul posto si è registrato l’intervento dei «soccorritori della stazione di Pordenone e Valcellina del Soccorso Alpino».

Una storia che, per fortuna, ha avuto un epilogo sostanzialmente diverso da quella che ha invece avuto luogo più a Ovest, in Valle d’Aosta, praticamente in totale contemporaneità.