Emergenza Covid, le Regioni cambiano colore: tutte le novità dopo il nuovo Dpcm

Emergenza Covid, le Regioni cambiano colore: tutte le novità dopo il nuovo Dpcm

Dopo l’entrata in vigore del Nuovo Dpcm, le Regioni potranno cambiare colore. Ecco i dettagli

Ieri sera il presidente Giuseppe Conte ha illustrato il nuovo Dpcm che entra in vigore a partire da oggi 4 dicembre. Ora non ci resta che capire come cambierà la mappa dell’Italia divisa in tre fasce di rischio.

Nella giornata di oggi è prevista una riunione per valutare i dati del monitoraggio Iss e delle nuove valutazioni di rischio. Il Ministro Speranza sta per firmare una nuova ordinanza sulle nuove zone rosse, arancioni e gialle. Questa entrerà in vigore a partire dal 6 dicembre.

Nuove zone rosse, arancioni e gialle

L’Istituto Superiore di Sanità è pronto a stilare il report sui contagi nel nostro Paese e il ministro Speranza firmerà l’ordinanza che confermerà o cambierà il colore delle Regioni. Vediamo quali potrebbero cambiare colore:

Da domenica 6 dicembre le Regioni che potrebbero tornare gialle sono la Calabria, la Puglia, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Friuli Venezia Giulia. Anche la Basilicata potrebbe aggiungersi alla lista, l’andamento dei contagi sta subendo un leggero calo.

Le Regioni Piemonte, Lombardia e Alto Adige resteranno arancioni ancora per un po’. Il presidente della Lombardia Attilio Fontana, ha già accennato che la sua Regione diverrà gialla dal prossimo 11 dicembre.

In Toscana sarà zona rossa fino a domani e domenica scatterà la zona arancione. In Valle d’Aosta, il governatore Erik Lavevaz chiede al Governo di cambiare colore e passare in zona gialla perché "dal 9 novembre la regione è in scenario arancione e nell’ultima settimana abbiamo un rischio moderato e un Rt inferiore a 1”.

"Dovremmo essere in zona gialla o anche meno. Oggi la nostra situazione è migliore rispetto a regioni che sono gialle, come il Veneto".

Nella zona rossa resta l’Abruzzo almeno fino al 10 dicembre, il presidente della Regione Marco Marsilio ha dichiarato: «Fosse per me dal 4 saremmo in zona arancione ma questa è una decisione che spetta al ministro che deciderà dopo aver valutato i nuovi numeri sui casi di positività che invieremo tra oggi e domani».