Due giovani uomini trovati morti in casa vicino Potenza

I loro cadaveri trovati vicino ad una bombola di gas usata per il riscaldamento

È un venerdì 10 dicembre tragico quello che è stato vissuto in provincia di Potenza. In località Monte di Brienza, due giovani uomini sono stati trovati morti all’interno della loro abitazione. Fatale sarebbe stata una fuga di gas sviluppatasi all’interno dell’abitazione in cui vivevano. Una circostanza che, però, potrebbe essersi verificata già alcuni giorni prima che il fatto sia stato accertato.

I due uomini lavoravano in una ditta della zona

Le vittime avevano 22 e 28 anni. Secondo le notizie diffuse sarebbero stati due cittadini di origine straniera che esercitavano la propria attività lavorativa nell’ambito di una ditta boschiva. Sarebbero stati proprio gli altri lavoratori dell’azienda ad insospettirsi per la loro assenza sul sul luogo di lavoro. A quel punto avrebbero scelto di raggiungere la loro abitazione per capire cosa potesse essere successo.

Trovati in casa morti vicino ad una bombola di gas

Da qui, con l’aiuto delle forze dell’ordine, si è arrivati all’amara scoperta. Giunti all’interno della casa, non è stato possibile far altro che constatare la presenza dei due giovani lavoratori ormai senza vita. Nella stessa stanza in cui i corpi sono stati rinvenuti è stata trovata anche una bombola di gas che i due avrebbero utilizzato per riscaldarsi. Sul luogo sono arrivati anche i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i sanitari del 118.

Potrebbero essere morti da più di una settimana

Stando, però, a quelli che sono dei particolari emersi, quantomeno a livello giornalistico, c’è la possibilità che i due possano essere morti da almeno una settimana. Solo dopo diversi giorni si è perciò arrivati alla scoperta del tragico epilogo. Per fare luce sulla vicenda in maniera definitiva sono state avviate le indagini.