Autore: B.A

Cina

Dalla Cina: isolato nuovo virus potenzialmente pandemico, ecco di cosa si tratta

Dopo il Covid-19 dalla Cina parlano di un nuovo virus potenzialmente pericoloso per l’uomo e di origine animale.

Ancora una volta dalla Cina, ancora una volta proveniente da un animale e ancora una volta in grado di attaccare con pericolosità l’uomo. Parliamo di un nuovo virus che pare sia stato isolato in Cina e che nei prossimi anni potrebbe infettare l’uomo. Nulla a che vedere con il coronavirus di oggi, anche dal punto di vista scientifico, perché stavolta l’effetto sorpresa che per il Covid è alla base del disastro sanitario mondiale, non ci sarà.

Nuovo virus dalla Cina, stavolta dai maiali

Un nuovo virus ancora una volta proveniente dalla Cina, potrebbe causare una pandemia nei prossimi anni. È quanto si apprende da fonti scientifiche cinesi che citano il programma di sorveglianza mondiale che l’Oms ha messo a punto.

Proprio grazie al programma di sorveglianza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, questo nuovo virus di origine animale è stato isolato con largo anticipo e questo fa sì che il mondo scientifico non sarà colto di sorpresa come successo col Covid-19. Il mondo scientifico sarà preparato ad affrontare una potenziale nuova pandemia.

Il nuovo virus è stato isolato da scienziati cinesi e del Regno Unito e sarebbe simile all’influenza suina che si scatenò nel 2009. Un virus simile all’influenza H1N1 quindi, anche in questo caso proveniente dai maiali.

La similitudine tra questi nuovo virus ed il precedente del 2009, è stato oggetto di una notizia diramata sulla importante rivista scientifica dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, la «Proceedings of National Academy of Sciences».

Nuovo virus cinese, cos’è?

Nell’articolo della rivista, vengono descritte le caratteristiche del nuovo virus isolato nei maiali, con tutte le similitudini con l’influenza suina del 2009. Su questo nuovo virus, Lalla ne è subito scattato, sfruttando probabilmente l’esperienza che in questi mesi sta riguardando il Covid. Sembra infatti che questo nuovo pericoloso virus potrebbe arrivare a causare nuove pandemie nei prossimi anni.

Un virus in grado di passare dagli animali all’uomo con estrema facilità e nel passaggio sarebbe in grado di modificarsi diventando letale. Il ceppo virale infatti, sarebbe stato isolato nei maiali ma avrebbe avuto riscontri già nell’uomo. Ecco perché si chiede massima attenzione e controlli approfonditi su operai e addetti che lavorano nei macelli e nelle strutture di allevamento.

L’infezione è stata riscontrata negli uomini nel 10% delle persone analizzate, tutte persone che lavoravano nei macello e negli allevamenti di maiali. Al momento sembra che il passaggio del virus sia circoscritto al fatto che passi da animale a uomo e non, per fortuna, da uomo a uomo. Al momento questa è la notizia positiva, perché come successo con il coronavirus, il pericolo è il trasferimento tra uomini.

La comunità scientifica internazionale sta già monitorando il virus, e lo terrà sotto stretta osservazione, per capire se eventualmente con il tempo, questo nuovo pericolo possa mutare fino a diventare infettivo da uomo a uomo, scatenando una nuova epidemia.