Covid, stretta sui trasporti: in vigore le nuove regole per bus, treni, metro e taxi

Covid, stretta sui trasporti: in vigore le nuove regole per bus, treni, metro e taxi

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’ordinanza firmata dal Ministero della Salute con alcune novità nel settore dei trasporti

Da oggi sono in vigore le nuove regole per quanto riguarda i trasporti per cercare di contenere l’avanzata della quarta ondata dell’epidemia. L’ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale e resa subito operativa. Importanti novità ci sono per chi viaggi in treno, bus, metro, taxi.

Possibilità di fermare il treno se a bordo c’è un caso sospetto

Partiamo dai treni. E’ stata introdotta la possibilità di bloccare il convoglio se a bordo c’è un caso sospetto in modo da sanificare i vagoni.

"In caso di passeggeri che, a bordo treno, presentino sintomi riconducibili all’affezione da COVID19 - si legge infatti nell’ordinanza - la Polizia Ferroviaria e le Autorità sanitarie devono essere prontamente informate: all’esito della relativa valutazione sulle condizioni di salute del passeggero, a queste spetta la decisione in merito all’opportunità di fermare il treno per procedere ad un intervento o prevedere appositi spazi dedicati. L’impresa ferroviaria procederà successivamente alla sanificazione specifica del convoglio interessato dall’emergenza prima di rimetterlo nella disponibilità di esercizio".

Inoltre modifica anche per quanto riguarda il controllo del green pass. Questo dovrà avvenire preferibilmente prima di salire a bordo da parte del personale dedicato.

Non più di due passeggeri non conviventi nei taxi o NCC

Novità anche per chi viaggia in taxi o in NCC. Sul sedile posteriore non potranno salire più di due passeggeri, a meno che non appartengano allo stesso nucleo familiare.

"Per il conducente invece - si legge nel testo - vige l’obbligo di indossare una mascherina chirurgica o un dispositivo di protezione individuale di livello superiore. All’interno del veicolo dovranno possibilmente essere installate paratie divisorie tra conducente e passeggero".

Novità anche sui mezzi pubblici

Per i mezzi pubblici invece è prevista la possibilità di utilizzare anche la porta anteriore con l’installazione di un separatore protettivo dell’area di guida e il riavvio graduale della vendita dei biglietti e delle attività di controllo a bordo.

L’ordinanza poi invita al personale preposto ad aggiornare a bordo dei mezzi le regole in vigore tramite cartelli che indicano le corrette modalità di comportamento da parte dell’utenza.

Nel settore marittimo e portuale per il personale e i passeggeri è previsto l’obbligo della mascherina. Nel settore del trasporto merci il protocollo aggiornato conferma che, se sprovvisti di mascherina gli autisti devono rimanere a bordo, mentre se scendono ed entrano in contatto con altri operatori dovranno indossare la mascherina.

Altra novità riguarda i corsi di formazione che in zona bianca e in zona gialla sono consentiti in presenza, nel rispetto dei protocolli di sicurezza e sono garantiti i corsi relativi a titoli e certificazioni obbligatorie richieste al personale viaggiante.