Covid: scoperta la proteina responsabile delle forme più gravi

Covid: scoperta la proteina responsabile delle forme più gravi

I ricercatori italiani hanno scoperto una proteina comune a tutti i malati gravi di Covid-19.

I ricercatori dell’Università di Roma Tor Vergata hanno scoperto qual è la proteina responsabile delle forme gravi di Covid-19. Gli studiosi infatti hanno notato che questa proteina è presente in maniera elevata in tutti i pazienti che si sono ammalati di una forma grave dell’infezione. Si tratta di una scoperta davvero straordinaria che permetterà di eseguire ulteriori studi allo scopo di trovare un anticorpo in grado di inibire l’azione di tale proteina.

Proteina Herv-W Env: la responsabile delle forme gravi di Covid

Un gruppo di studiosi italiani hanno scoperto che nelle cellule del sangue dei pazienti gravi di Corinavirus è presente un’elevata quantità della proteina Herv-W Env. I ricercatori dell’Università di Roma Tor Vergata hanno dimostrato che questa proteina si trova all’interno dei linfociti T, cellule che hanno un ruolo molto importante nella risposta immunitaria quando ci sono delle infezioni causate da virus e da batteri.

Questa proteina sarebbe quindi associata all’infiammazione e all’alterazione del funzionamento delle cellule del sistema immunitario. Tale scoperta è stata pubblicata sulla rivista EbioMedicine, appartenente al gruppo editoriale The Lancet. I risultati di questo studio sono davvero importanti, infatti permetteranno di fare passi avanti nella lotta contro il Covid.

Claudia Matteucci, coordinatrice dello studio, ha riferito che «L’attivazione di Herv-W Env indotta durante l’infezione da Sars-Cov-2 che abbiamo osservato nei linfociti dei pazienti ospedalizzati contribuisce ai processi di iper-infiammazione e immuno-deregolazione che sono alla base della severità della malattia Covid-19».

«Comprendere i meccanismi che portano dall’infezione da Sars-Cov-2 alla malattia grave è fondamentale per lo sviluppo di trattamenti efficaci. L’identificazione dell’associazione tra la presenza della proteina e la disfunzione infiammatoria e immunitaria nella malattia apre la strada ad ulteriori studi sul ruolo della proteina Env come potenziale bersaglio terapeutico», ha poi specificato la coordinatrice di questo importante studio.

Altri scienziati potranno infatti approfondire i risultati che sono emersi da questo studio effettutato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Roma di Tor Vergata. Si tratta della prima volta in cui viene isolata la proteina responsabile dei problemi gravi legati all’infezione da Covid-19. Ulteriori studi e ricerche proseguendo per questa direzione consentiranno di trovare delle cure e degli anticorpo in grado di aiutare coloro che si ammalano in maniera seria a causa di questo terribile virus.

Il responsabile della Clinica di malattie infettive del policlinico dell’Università di Roma di Tor Vergata, Massimo Andreoni, ha spiegato che ad oggi sono davvero poche le cure in grado di aiutare i pazienti gravi di Coronavirus. L’uomo ha riferito che «attualmente sono disponibili poche opzioni terapeutiche per controllare la risposta alterata all’infezione da Sars-CoV-2 e per lo più inefficaci nel ridurre il tasso di mortalità».

Secondo Andreoni l’unico modo per trovare delle cure realmente efficaci contro il virus sarebbe quello di scoprire «l’esistenza di un anticorpo per bloccare Herv-W Env, già in uso per altre patologie”, che “potrebbe essere una nuova opzione terapeutica per i pazienti Covid-19».