Covid, ritorno a scuola per 5 Regioni il 25 gennaio 2021

Covid, ritorno a scuola per 5 Regioni il 25 gennaio 2021

Nonostante il Covid e tutte le problematiche in essere, il 25 gennaio 2021 la scuola apre le porte a 760mila studenti in 5 regioni.

Ritorno a scuola in presenza il 25 gennaio 2021 in 5 Regioni nonostante l’avanzare della pandemia da Covid. Ecco tutte le novità.

Ritorno a scuola il 25 gennaio 2021

In questi giorni non ci sono solo problemi al Governo ma anche la pandemia da Coronavirus che non cessa la sua corsa. Tra i ritardi nei vaccini e le varianti Covid che non si riescono a fermare, c’è anche una notizia relativa alla scuola con il ritorno in presenza per tantissimi studenti di 5 Regioni.

200mila ragazzi delle medie e 400 mila delle superiori da domani 25 gennaio 2021 torneranno tra i banchi di scuola in presenza, dopo mesi di didattica a distanza in casa. Per quelli delle medie la data certa è quella di domani 25 gennaio, mentre gli studenti delle superiori dovranno attendere qualche giorno per permettere riaperture e sanificazioni.

Sempre da domani 25 gennaio 2021 tornano in classe anche altri 360mila studenti che si aggiungono a quelli sopra di Liguria, Marche, Umbria e medie in Campania.

Lombardia e Lazio

In Lombardia i ragazzi delle scuole superiori dovranno attendere ancora qualche giorno prima di rientrare in classe così da permettere l’apertura degli istituti, con presenza al 50%. C’è una lettera da parte della prefettura inviata a tutti i dirigenti scolastici che conferma il fatto di potersi prendere del tempo - con apertura differita da domani 25 gennaio - in considerazione del poco preavviso avuto per la ripartenza in presenza: questo tempo serve non solo a riaprire gli edifici ma anche ad avvertire studenti e famiglie.

Le notizie che riguardano la Regione Lazio mettono in evidenza alcuni disagi presso il Liceo Kant - Roma - con l’intervento della Polizia per impedire ad alcuni studenti di occupare la scuola. I ragazzi hanno lanciato una protesta che dura da una settimana per la mancanza di trasporti e per le aule fredde dove non è possibile fare lezione.

360mila studenti in classe

Nella giornata di domani sono chiamati anche altri 360mila studenti al rientro in presenza nelle classi che fanno parte della Regione Liguria - Marche - Umbria e Campania solo con i ragazzi delle medie, tutto con presenza al 50% o 75%.

Alcuni studenti hanno già fatto il loro ingresso a scuola con presenza in percentuali differenti in data 18 gennaio nelle Regioni Lazio - Piemonte - Molise - Emilia Romagna. Toscana - Abruzzo e Valle D’Aosta hanno riaperto le porte dall’11 gennaio mentre in Alto Adige i ragazzi sono in classe dal 7 gennaio.

Le Regioni con didattica a distanza

Mancano ancora alcune Regioni che in questi giorni dovranno definire il da farsi e sono Sardegna - Basilicata - Campania per le superiori - Puglia - Friuli Venezia Giulia - Veneto. Secondo le prime indiscrezioni - come evidenziato dal TGCOM24 - gli studenti dovrebbero tornare in aula il 1° febbraio 2021. Leggi anche: Maturità ai tempi del Covid: ecco le novità del piano Azzolina per gli esami 2021