Covid, oggi si decide su spostamenti tra Comuni a Natale. Speranza: «Grave errore»

Covid, oggi si decide su spostamenti tra Comuni a Natale. Speranza: «Grave errore»

Oggi si decide sugli spostamenti tra Comuni per le feste di Natale, il Ministro Speranza dice «No»

Al momento nulla è ancora deciso ma il Governo sembra voler fare retromarcia sugli spostamenti tra Comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Oltre alle Regioni e all’opposizione, è anche la maggioranza a chiedere di rivedere le regole anti-Covid per i giorni festivi. Ma il ministro Roberto Speranza continua ad essere irremovibile.

Il ministro della Salute aveva infatti proposto di far diventare zona rossa tutta l’Italia in quei tre giorni di festa e non ha intenzione di cambiare idea. Il suo pensiero si allinea con quello della Merkel.

"Voglio essere chiaro: io avevo proposto di fare zona rossa tutta Italia in quei tre giorni di festa. Non cambio idea. La penso come la Merkel, che sembra prepararsi a nuove restrizioni. Il rischio di una terza ondata dopo il Natale preoccupa tutti i Paesi europei. Per me, il limite agli spostamenti tra i comuni è una misura che rischia di essere troppo blanda, certo non troppo rigida".

Anche Francesco Boccia e Dario Franceschini sono sulla stessa linea di pensiero del Ministro della Salute.

Il divieto di spostamento

Nei giorni festivi, dal 21 dicembre al 6 gennaio, sono ancora confermati gli spostamenti solo tra luoghi in zona gialla e solo se si ha la residenza, il domicilio o la propria abitazione nella Regione/provincia autonoma di destinazione. Nelle giornate del 25 e 26 dicembre e dell’1 gennaio, invece, non sarà possibile spostare fuori dal proprio Comune. L’opposizione ha contestato una norma del decreto:

«Ci si può muovere liberamente da un punto all’altro di una grande città come Roma o Milano percorrendo anche trenta chilometri di distanza, ma si impedisce a familiari di attraversare la strada il giorno di Natale perché residenti in Comuni limitrofi», hanno scritto in una nota congiunta i capigruppo di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia al Senato.

Nuove deroghe

Nella giornata di ieri, giovedì 10 dicembre, è trapelata la notizia dal Palazzo Chigi di intervenire sul divieto e di rallentare almeno un po’ le misure restrittive e le situazioni di necessità che giustificano lo spostamento tra Comuni. Attendiamo nuovi sviluppi.