Covid nel mondo: vaccinato con AstraZeneca il premier della Thailandia

Covid nel mondo: vaccinato con AstraZeneca il premier della Thailandia

Il premier della Thailandia è stato vaccinato con il siero AstraZeneca andando in controtendenza rispetto la maggiort parte degli stati del mondo.

Stando a quanto riportato nell’ultimo bilancio AFP, nel mondo i morti di Covid sono arrivati a quota 2,64 milioni. Il Paese con il maggior numero di decessi causati dal virus SARS-COV-2 sono gli Stati Uniti: qui le vittime sono 534.275. Attualmente nel mondo si parla molto delle reazioni avverse causate dal vaccino AstraZeneca e proprio per questo in molti Stati si è deciso di sospendere la somministrazione del siero. Completamente in controtendenza è la Thailandia dove il premier si è vaccinato proprio utilizzando questo vaccino Covid.

Thailandia: il premier si è vaccinato con AstraZeneca

La maggior parte delle nazioni dell’Unione Europea ha sospeso in via temporanea la somministrazione del vaccino AstraZeneca. La decisione è stata presa in via precauzionale dopo che sono stati riscontrati diversi casi di decessi legati proprio al siero in questione.

Numerosi Paesi dell’UE, tra cui anche l’Italia, attendono che l’EMA si pronunci in merito e, per evitare che ci siano altri problemi, hanno deciso appunto di sospendere l’utilizzo di questo vaccino procedendo con la somministrazione degli altri sieri approvati fino a questo momento.

La Thailandia però pare andare in controtendenza rispetto molti altri Paesi del mondo, infatti il premier è stato vaccinato proprio con il vaccino Astraeneca. A riportare la notizia è stato il Guardian che ha spiegato come l’uomo si sia sottoposto questa mattina alla prima somministrazione del siero tanto temuto.

Il primo ministro thailandese Prayuth Chan-ocha ha voluto lanciare un messaggio a tutti i cittadini della nazione. «Ci sono persone che sono preoccupate - ha ammesso il premier - Ma dobbiamo avere fiducia nei nostri medici, nei nostri professionisti», ha spiegato l’uomo nella speranza di dare coraggio a tutti gli abitanti della Thailandia.

Le parole di Prayuth Chan-ocha sono di grande importante proprio come il suo gesto dal momento che la scorsa settimana in Thailandia era stata sospesa momentaneamente la somministrazione del vaccino realizzato da AstraZeneca. Successivamente le autorià sanitarie del Paese hanno convinto il Governo a riprendere la campagna vaccinale impiegando anche il siero tanto temuto.

Per dare fiducia ai cittadini, il Governo ha deciso di riprendere le vaccinazioni con AstraZeneca proprio immunizzando il primo ministro e altri componenti dell’esecutivo thailandese. Si tratta di un gesto molto importante dal momento che reintroducendo il vaccino in questione nella campagna di immunizzazione si riuscirà in Thailandia a coprire un gran numero di abitanti.

AstraZeneca ha infatti stretto un accordo con Serum Institute, istrituto indiano che permetterà di produrre miliardi di dosi di siero da impiegare nei Paesi in via di sviluppo dell’Asia. Questo permetterà quindi di proseguire con le campagne di vaccinazione in maniera più rapida coprendo un grande numero di soggetti in tempi più brevi.

Fiducia ad AstraZeneca anche in Canada

La Thailandia non è l’unico Stato a dare fiducia al vaccino AstraZeneca. In Canada infatti si è deciso di aggiornare le linee guida e di raccomandare la somministrazione del siero anche agli over 65. A riferirlo è stata CBC News.