Autore: Liliana Terlizzi

Coronavirus

Covid, dal prossimo weekend l’Italia potrebbe diventare tutta gialla: le ultime novità

Nel nostro Paese non ci sono più Regioni rosse, ecco cosa potrà accadere dal prossimo weekend

Non ci sono più regioni in zona rossa, cioè nessun territorio è ad «alto rischio». Tutto il Paese sta per diventare giallo. Le regioni Campania, Toscana, Provincia autonoma di Bolzano, Valle d’Aosta e Abruzzo, sono in zona arancione e continueranno ad esserlo per un’altra settimana. Ma da domenica prossima, tutto potrebbe cambiare.

Italia zona gialla? Ecco cosa potrebbe succedere dal prossimo weekend

In questi ultimi giorni si sta parlando molto delle festività natalizie e della possibilità di potersi spostare tra comuni diversi nelle giornate del 25, 26 e 1 gennaio e sul ritorno di tutte le regioni in zona gialla. Da oggi domenica 13 dicembre, in Italia non sono più presenti regioni rosse (ad alto rischio) ma solo regioni arancioni con rischio medio e regioni gialle con rischio basso.

Secondo l’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità, la situazione nel nostro Paese è in miglioramento ma è necessario continuare a rispettare tutte le misure di sicurezza, specialmente durante le feste di Natale. Gli esperti raccomandano di evitare gli assembramenti e i ritrovi in famiglia se si vuole mantenere la situazione sotto controllo.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza, nella giornata di ieri ha firmato la nuova ordinanza sulle zone a rischio medio, alto o basso. Le regioni arancioni, dunque, sono quattro e 15 sono gialle: Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche, Puglia, Umbria, Lazio, Liguria, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Sicilia, Lombardia, Piemonte, Basilicata e Calabria.

Restano in fascia arancione Campania, Toscana, Provincia autonoma di Bolzano, Valle d’Aosta e Abruzzo. Ma già dal prossimo weekend, il nostro intero Paese potrebbe diventare giallo, ad eccezione dell’Abruzzo. Il presidente Marsilio ha spiegato che «rispettando i tempi burocratici imposti dal Ministero, l’Abruzzo entrerebbe nella zona gialla domenica 27 dicembre, al termine degli ulteriori 14 giorni minimi di permanenza in arancione».

Ma non è esclusa una deroga: infatti da lunedì 21 dicembre entrerà in vigore il divieto di spostamenti interregionali anche nelle zone gialle. Il blocco sarà valido fino al 7 gennaio.