Covid India: cadaveri sepolti lungo le rive del Gange

Covid India: cadaveri sepolti lungo le rive del Gange

I prezzi delle cremazioni sono aumentati durante la seconda ondata di Covid costringendo i poveri dell’India a seppellire le salme dei defunti nelle rive del Gange.

Il Covid in India continua ad avanzare a ritmi rapidi e tutto il mondo osserva con attenzione e preoccupazione quello che accade nel subcontinente indiano. La popolosa nazione è al secondo posto dopo gli Stati Uniti per numero di contagi e al terzo posto per numero di vittime dopo Stati Uniti e Brasile.

Il numero di contagi e il numero di decessi non tendono a diminuire in India dove il Covid continua a colpire duramente la popolazione. Qualche tempo fa aveva fatto scalpore un’immagine che immortalava centinaia di cadaveri bruciati per strada, ma ora la situazione appare ancora peggiore.

La fetta più povera della popolazione indiana non ha il denaro per pagare la cremazione dei propri cari defunti a causa del Covid e di conseguenza in molti hanno seppellito le salme sotto le sabbie delle rive del Gange.

Covid: in India cadaveri sepolti nelle rive del Gange

Sotto la sabbia delle rive del fiume Gange sono stati trovati sepolti centinaia di cadaveri di persone morte a seguito dell’infezione di Covid. In molti infatti non sono in grado di pagare la cremazione in quanto i prezzi sono aumentati durante la seconda ondata di Coronavirus nella nazione.

Questa situazione ha costretto le famiglie più povere a trovare una soluzione differente. Alcuni hanno quindi deciso di seppellire lungo le rive del fiume sacro i resti dei propri cari che hanno perso la vita a causa della pandemia. I corpi sono stati rinvenuti da poco e tutti erano avvolti da un panno color zafferano, un colore sacro per la religione degli indù. Questi corpi erano stati sepolti nel distretto di Unnao, nello Stato dell’Uttar Pradesh.

Il magistrato del distretto, Ravindra Kumar, ha spiegato all’agenzia di stampa tedesca Dpa che «Alcune persone, nella regione, non bruciano i corpi ma li seppelliscono nella sabbia vicino al fiume. Diversi corpi sono stati sepolti di recente, le nostre squadre sono sul posto e stanno effettuando un’indagine».

I morti di Covid in India continuano ad essere più di 4mila al giorno

Il numero di morti di Covid in India continua ad essere davvero molto elevato. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 4.120 decessi causati dall’infezione Sars-Cov-2. Anche il numero di contagi continua a crescere a ritmi molto rapidi: nell’ultimo giorno ci sono stati 362.727 persone che si sono ammalate di Coronavirus.

La pandemia continua quindi a imperversare nel popoloso subcontinente indiano. Il numero dei decessi risulta tra l’altro essere sottostimato, infatti le cifre indicate dal Ministero della Sanità dell’India sono inferiori rispetto a quelle reali.

Lo Stato indiano che conta il maggior numero di nuovi malati è il Maharashtra, mentre il Karnataka è lo Stato con il maggior numero di casi attivi.

A preoccupare è il tasso di mortalità arrivato all’1,09%. La variante indiana continua quindi ad avanzare e nonostante gli aiuti arrivati in India da parte di USA, Regno Unito e Unione Europea, la situazione nel Paese non migliora affatto.