Autore: Liliana Terlizzi

Coronavirus

Covid, Crisanti: «Misure non sufficienti per fermare il virus». Ecco quando non useremo più le mascherine

Mascherine, la previsione choc di Crisanti: «Quando non le useremo più»

Secondo il professor Andrea Crisanti, questo anno sarà psicologicamente più difficile. Il percorso di uscita dal Coronavirus non è ancora finito. Uno dei medici che si sono maggiormente esposti è ritornato a parlare in tv ed ha fatto una previsione ben precisa.

La previsione di Andrea Crisanti sull’emergenza Covid

Conosciamo ormai tutti Andrea Crisanti, è il direttore del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova, nonché docente di Microbiologia. Nelle scorse ore è stato ospite di Piazzapulita da Corrado Formigli, il programma radiofonico di approfondimento politico e di attualità che va in onda il giovedì sera su La7.

Il professore è uno dei meno ottimisti, in questi mesi ha affrontato più volte molti temi legati alla pandemia e le sue osservazioni sono sempre state molto ascoltate. Crisanti ha parlato delle nuove varianti del Covid, specialmente quella inglese che si sta diffondendo in Italia.

Secondo l’esperto, queste varianti andrebbero viste come un fenomeno naturale poiché la maggior parte sono innocue anche se alcune volte possono esserci cambiamenti diversi. Ad esempio, il virus può diffondersi più velocemente rispetto ad una variante.

Il microbiologo si è soffermato sulla variante inglese spiegando che a preoccupare di più è l’immunità di gregge: questa nuova variante alza la soglia dal 70 al 75/80%. Al momento, rassicura, non vi sono prove sul fatto che uccida di più.

La situazione attuale epidemica, il parere di Crisanti

Sempre a Piazzapulita, Crisanti ha parlato anche dell’attuale situazione epidemica, sottolineando che il numero dei contagi è influenzato da come li misuriamo. Pertanto, l’impiego dei tamponi rapidi sta creando un effetto apparente. La cosa positiva è che c’è un alleggerimento della pressione sugli ospedali: «Siamo di fronte a un calo della trasmissione e stiamo beneficiando delle chiusure durante Natale».

Covid, la previsione di Crisanti: «Ecco quando non useremo più le mascherine»

Crisanti ha detto poi che le mascherine dovranno essere utilizzate ancora per altri due anni, almeno un anno e mezzo, nonostante la vaccinazione di massa. Il motivo è che per ora non si può confermare che i vaccinati non trasmettano più il virus. Per tale ragione, bisogna continuare a rispetta tutte le regole anti-Covid come il distanziamento sociale e l’obbligo della mascherina.

Stamattina in una diretta con Sky Tg24, Andrea Crisanti ha approfondito l’attuale scenario in Italia. Se i contagi non calano è perché non ci sono misure sufficienti per farli calare, insomma, anche il professore segue la linea di pensiero dei suoi colleghi come Ricciardi e Galli: «Abbiamo raggiunto un equilibrio tra la capacità del virus di trasmettersi e quella nostra di bloccarlo e quindi rimaniamo su questi livelli. È come se si riempisse una vasca con un rubinetto e l’acqua uscisse dall’altra parte alla stessa velocità. Siamo in equilibrio».