Covid: 85 euro per chi riceve il vaccino, ecco dove succede

Nuova iniziativa finalizzata a incentivare la vaccinazione

Soldi a chi sceglie di ricevere il vaccino. Un incentivo singolare, ma che si aggiunge a quelli che, in questi mesi, hanno visto diverse iniziative accompagnare la campagna di immunizzazione a livello internazionale. Si sono visti, ad esempio, centri vaccinali che offrivano birre ai giovani che sceglievano, ma adesso si è scelto anche di andare verso uno step successivo. Un vero e proprio contributo per chi sceglie di vaccinarsi, rendendo un favore a sé stesso e alla comunità.

85 euro per chi si vaccina

E non accade in una città di secondo piano, ma in uno dei centri più importanti del mondo. L’idea è infatti stata partorita e concretizzata in quelli di New York. Nella Grande Mela, ad oggi, si stima solo il 57% della popolazione abbia completato il ciclo vaccinale e addirittura il 37% non abbia ricevuto neanche una dose.

Questo ha spinto le autorità del luogo ad immaginare un provvedimento che potesse fungere da sprone a quanti fossero ancora indecisi. È stato il Sindaco di New York Bill De Blasio ad annunciare che, da ora in avanti, chi riceverà una dose di vaccino avrà un contributo di 100 dollari. Una cifra che, al cambio, vale circa 85 euro.

Vaccino a New York: già in passato iniziative simili

Non è la prima volta che a New York si arriva ad un provvedimento di questo tipo per incentivare la vaccinazione. Era già accaduto, ad esempio, che a maggio si offrissero hamburger e patatine a quanti avessero scelto di ricevere la loro prima dose. In quel caso il sindaco De Blasio si presentò davanti ad una telecamera mangiando gli alimenti per i quali si prometteva un voucher, invitando a pensare ad essi nel momento in cui si aveva un pensiero al vaccino.

Variante Delta, verso nuovi obblighi sanitari a New York

Al di là del mezzo finalizzato a favorire la campagna vaccinale, sullo sfondo c’è una situazione epidemiologica che a New York viene tenuta sotto osservazione. L’azione della variante Delta, in particolare, rappresenta una situazione da valutare con grande attenzione, in una realtà dalla grande densità abitativa come la Grande Mela.

E si lavora nell’ottica di un rafforzamento degli obblighi sanitari. I dipendenti pubblici, in particolare, saranno chiamati a vaccinarsi o a sottoporsi a test con cadenza settimanale. Si parla di circa 300.000 persone. Nella categoria rientrano i poliziotti, i vigili del fuoco e i docenti.

«Lo Stato di New York - ha scritto il governatore Andrew Cuomo - richiederà a tutti i dipendenti statali di essere vaccinati o di sottoporsi a regolari test di screening. Stiamo lavorando con i sindacati statali per attuare questo programma in modo rapido ed equo. Entrerà in vigore prima del Labor Day». Il Labor Day è previsto per il prossimo 6 settembre.