Covid-19: morto Tom Moore, eroe della raccolta fondi contro la pandemia

Covid-19: morto Tom Moore, eroe della raccolta fondi contro la pandemia

Il veterano Tom Moore è morto di Covid dopo aver tanto lottato contro l’emergenza sanitaria. Aveva raccolto più di 30 milioni di sterline per la sanità.

Diventato un vero e proprio simbolo della lotto contro il Coronavirus nel Regno Unito, Thomas Moore è morto a causa del virus contro cui si è tanto battuto. Veterano della Seconda Guerra Mondiale, il Capitano Tom è deceduto all’ospedale di Bedford dove era stato ricoverato nel corso della giornata di domenica.

Morto Tom Moore, eroe della raccolta fondi da 30 milioni di sterline contro il Covid

Tom Moore era considerato nel Regno Unito un eroe nazionale per via dell’impegno che aveva messo nella raccolta fondi contro il Covid. L’uomo aveva 100 anni ed era diventato noto a tutti grazie al suo impegno personale contro il terribile virus. La Regina Elisabetta lo ha norminato Sir lo scorso anno proprio alla luce di quanto fatto da Capitano Tom. L’anziano veterano era stato in grado di raccogliere 33 milioni di sterline scorso attirando l’attenzione di tutti grazie ai 100 giri attorno a casa che aveva compiuto da solo con l’aiuto del deambulatore.

La sua missione era diventata subito virale ed era stata in grado di atturare l’attenzione di un enorme numero di persone da tutto il mondo. Le donazioni sono infatti arrivate non solo da tutta la Gran Bretagna, ma anche da Giappone e USA. Grazie alle sue gesta Tom è stato in grado di dare speranza all’intera nazione che stava vivendo in quel periodo (maggio 2020) la prima terribile ondata della pandemia di Coronavirus. La raccolta fondi promossa dal Capitano Tom non ha attirato l’attenzione solo per lo scopo benefico, infatti sono state le sue gesta e la sua vera abnegazione alla causa a portare ad un così ampio coinvolgimento.

«L’ultimo anno di vita di nostro padre è stato a dir poco straordinario. Era ringiovanito e ha sperimentato cose che aveva solo e sempre sognato» ha riferto la famiglia di Tom tramite una dichiarazione. Gli stessi familiano hanno anche aggiunto che «Mentre è stato in così tanti cuori per poco tempo, era un padre e un nonno incredibile che continuerà a vivere nei nostri cuori per sempre».

A fare le condoglianze alla famiglia del veterano centenario è stata anche la Regina in persona. Con un tweet, la Regina Elisabetta ha fatto sapere che invierà «un messaggio personale alla famiglia di Sir Tom Moore». Il primo ministro britannico Boris Johnson, colui che ha proposto alla Regina di onorare Tom con il titolo di Sir, ha fatto sapere che «il Capitano Tom è stato un eroe nel vero senso della parola, ha ispirato un’intera nazione, è stato una luce di speranza non solo per il Regno Unito, ma per il mondo intero».

Proprio alla luce delle gesta fatte dall’anziano veterano, la bandiera britannica verrà messa a mezz’asta questa sera a Downing Street. Si tratta di un gesto importante in quanto si comprende che è un lutto nazionale.