Covid-19: a Seul test gratuiti per animali domestici con sintomi del virus

Covid-19: a Seul test gratuiti per animali domestici con sintomi del virus

A Seul sono partiti i test gratuiti per cani e gatti domestici che presentano sintomi quali febbre, tosse o problemi respiratori.

Dalla giornata di ieri, lunedì 8 febbraio 2021, a Seul è partita una vera e propria campagna di test gratuiti per cani e gatti domestici allo scopo di mettere in quarantena quelli che risultano positivi al Coronavirus.

I test verranno fatti agli animali che presentano sintomi da Covid-19 come la febbre, difficoltà respiratorie o tosse. In caso di positività, è prevista un isolamento di 14 giorni. Durante i test sarà anche presente un veterinario e verranno eseguiti esclusivamente all’interno dell’abitazione in cui si trova l’animale che potrebbe essere malato.

Test gratuiti per cani e gatti con sintomi da Covid-19

In tutto il mondo ci sono stati casi di animali positivi al Covid-19, ma il Sud Corea è la prima nazione a cercare di arginare il problema effettuando dei tamponi di massa sugli animali a rischio positività.

Dopo alcune settimane dal primo caso di un gatto malato di Covid trovato nella città di Jinhi, Seul ha deciso di intraprendere una campagna di test gratuiti per scovare animali domestici malati di Coronavirus.

Secondo quanto riportato dal Washington Post, il funzionario del dipartimento per il controllo delle malattie Park Yoo-mi ha fatto sapere che i test verranno eseguiti esclusivamente sugli animali domestici come cani e gatti che hanno sintomi di infezione da Covid. In particolare quindi le analisi saranno eseguite sugli animali che presentano febbre, difficoltà a respirare, tosse e che presentino delle secrezioni sospette da occhi e naso.

Questi test verranno eseguiti nell’abitazione in cui vivono gli animali domestici e ci sarà sempre la presenza di un veterinario per garantire la loro salute. Nell’eventualità in cui un cane o un gatto risulti positivo al test, esso dovrà essere posyo in isolamento.

«Gli animali dovranno restare in isolamento per 14 giorni e, qualora i proprietari non siano in grado di prendersene cura, verranno trasferiti in una struttura apposita nella capitale» ha spiegato Park Yoo-mi. Il funzionario ha poi aggiunto che è necessario che i cittadini tengano «i cani a due metri di distanza dalle persone e dagli altri cani quando si esce a fare una passeggiata, e a rispettare rigorosamente le misure contro il coronavirus, compreso l’uso della mascherina e il lavaggio delle mani».

A spingere le autorità a prendere la decisione di effettuare test su cani e gatti domestici è stato il crescere dei numeri di contagiati all’interno del Paese. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 289 nuovi casi e 3 decessi. In totale il numero di contagi dall’inizio della pandemia è arrivato a 81.185 e il numero di decessi è arrivato a 1.474.

Da novembre a oggi il numero medio di contagi giornalieri si aggira attorno a 300 nuovi casi, infatti è proprio nel mese di novembre che il Sud Corea ha iniziato a fare i conti con la terza terribile ondata della pandemia di Coronavirus.