Covid-19: Texas e Mississippi cancellano l’obbligo della mascherina

Covid-19: Texas e Mississippi cancellano l'obbligo della mascherina

Negli Stati Uniti il Texas e il Mississippi hanno revocato l’obblico delle mascherine permettendo anche alle attività di riaprire al 100%.

Texas e Mississippi hanno cancellato l’obbligo di indossare le mascherine anti-Covid, inoltre i due Stati hanno anche permesso a tutte le attività di lavorare a piena capacità a partire da mercoledì 10 marzo 2021.

La decisione è stata presa direttamente dai governatori repubblicani Greg Abbott (Texas) e Jonathan Tate Reeves (Mississippi). I due uomini hanno preso la decisione senza dare peso a quanto detto dal Centers for Disease Control and Prevention. Il Cdc ha infatti avvisato nelle scorse giornate che è necessario non abbassare la guardia in questo momento.

Texas e Mississippi revocano l’obbligo di indossare mascherine

I governatori repubblicani Greg Abbott e Jonathan Tate Reeves, rispettivamente a capo di Texas e Mississippi, hanno annunciato la fine dell’obbligo di indossare mascherine di protezione contro il Coronavirus e la totale riapertura delle attività lavorative.

«A partire da mercoledì le imprese di ogni tipo possono riaprire al 100% della loro capacità. Grazie ai progressi medici nei vaccini e nei trattamenti con gli anticorpi monoclonali il Texas ha ora i mezzi per proteggere i texani dal virus», ha spiegato Abbott.

Abbott ha ammesso che «il Covid-19 non è scomparso», ma nonostante questo il Texas risulta essere «in una posizione migliore» rispetto ad ottobre quando la capacità delle attività lavorative era stata ridotta al 75%. Proprio alla luce di questo, il governatore ha affermato che «Ora è il momento di aprire il Texas al 100%. Per quasi sei mesi a troppi texani è stata negata la possibilità di lavorare, troppi piccoli imprenditori hanno lottato per pagare le loro bollette».

«Stiamo facendo in modo che tutte le imprese e le famiglie del Texas abbiano la libertà di scegliere il proprio destino», ha affermato ancora Abbott durante la sua conferenza stampa. Le imprese infatti possono comunque decidere di limitare la capacità dei loro locali o di aumentare i protocolli si sicurezza contro il Covid.

Dopo la decisione presa dal governatore Greg Abbott di eliminare le mascherine obbligatorie nel suo Stato e di riaprire al 100% le attività lavorative, anche il governatore del Mississippi, Jonathan Tate Reeves, ha reso noto che anche nel suo Stato non saranno più obbligatorie le mascherine di protezione e le imprese potranno tornare a lavorare a pieno regime.

I due governatori repubblicani hanno in tal modo sfidato apertamente il monito che era stato lanciato dai Centers for Disease Control and Prevention. Il Cdc aveva avvisato infatti tutti della necessità di continuare a tenere alta la guardia contro il Coronavirus che continua a diffondersi e a mietere vittime nonostante l’avanzare della campagna vaccinale.

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha detto che «Non è ancora il momento di abbassare la guardia». Il presidente si stava chiaramente riferendo alla decisione presa da Texas e Mississippi di revocare tutte le restrizioni utili a contenere il contagio di Covid-19.