Autore: Rita Parisi

Coronavirus

Covid-19, Ilaria Capua spiega come evitare la seconda ondata del contagio

Ilaria Capua ha indicato quali comportamenti e precauzioni mettere in atto per evitare la seconda ondata di contagi da Covid-19.

Ilaria Capua, in collegamento con Giovanni Floris a “Di Martedì” su la 7, è tornata a parlare dell’epidemia di Coronavirus che sta finalmente allentando la sua presa sull’Italia. E se la situazione attualmente, con l’ingresso in Fase II appare più gestibile e affrontabile, le paure e le preoccupazioni di virologi e studiosi si stanno proiettando verso l’autunno, quando pare potrebbe verificarsi una seconda ondata ugualmente aggressiva e pericolosa.

La virologa e direttore del One Health Center of Excellence, University of Florida (Usa) ha affermato: “Si potrebbe evitare una seconda ondata di Covid19 ma occorrono investimenti sulla sanità e sistemare la rete ferroviaria intorno alla Lombardia: i treni sporchi hanno favorito il contagio”.a

Covid-19, Ilaria Capua spiega: «Il virus non si indebolisce con il caldo»

Ilaria Capua ha anche affrontato il tema della seconda ondatae ha dettato le regole per prevenirla: “Una seconda ondata di Coronavirus significa che il virus fa capolino tra le maglie delle difese che noi abbiamo posto tra noi e la sua circolazione. Siamo noi che attraverso i nostri comportamenti e attraverso la ripresa delle attività possiamo facilitare il ritorno, ma vi assicuro che se continuiamo a osservare certi comportamenti come lavarci le mani spesso e tenere la distanza di sicurezza impediamo che il virus si diffonda, in questo caso potrebbe anche non esserci una seconda ondata. Dobbiamo difenderci bene. Il virus non si indebolisce con il caldo, lo vediamo dalle sequenze, si indebolirà solo se il suo ’motore’ girerà diversamente”. Dunque, per la virologa, il distanziamento sociale e l’attenzione alle norme igieniche potrebbe scongiurare il temutissimo arrivo della seconda ondata di Covid-19.

Approfondisci anche: Coronavirus nel mondo, America Latina nuovo focolaio mondiale, oltre 100.000 morti negli USA

Ilaria Capua: «La Lombardia è un’anomalia»

Nel corso della trasmissione condotta da Giovanni Floris, Ilaria Capua ha anche esaminato la situazione in Lombardia: “Vivo in un altro paese, ma con il buon senso posso dire che la Lombardia è un’anomalia. Insieme a tanti ricercatori stiamo lavorando per dare indicazione a chi prenderà le decisioni su quali siano le misure più opportune per evitare di ricadere in una cosa del genere. So che in Italia sta diventando uno scontro politico e questo mi dispiace molto perché c’è bisogno di andare avanti, di imparare dagli sbagli e guardare ad un futuro diverso e per certi versi migliore. Una delle più importanti soluzioni che si può adottare dal punto di vista sanitario è sistemare la rete dei treni che gira intorno alla Lombardia perché sono vecchi e sporchi e molto probabilmente hanno contribuito a diffondere il contagio. Questa catastrofe ha evidenziato i punti deboli e devono essere risolti. Sappiamo anche che il Covid-19 è una malattia condizionata, è molto più grave nelle città che sono inquinate quindi bisogna capire quale inquinamento ci dà più problemi: auto, caldaie, agricoltura? Analizzati e scorporati i dati bisogna fare i necessari investimenti sulla sanità”.