Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Coronavirus

Covid-19: Gran Bretagna prima nazione per rapporto decessi-popolazione

Secondo i dati dell’Università americana John Hopkins, la Gran Bretagna risulta essere il prim Paese per rapporto decessi-popolazione.

Stando ai dati forniti dalla John Hopkins University, la Gran Bretagna risulta essere il Paese per rapporto decessi-popolazione. Il risultato è in parte legato al fatto che la diffusione del Covid è avvenuta in modo molto massiccia nel corso della seconda ondata dove si è andata a diffondere soprattutto la nuova variante inglese del Coronavirus.

Gran Bretagna: la nazione con il rapporto tra vittime e abitanti

Dai dati forniti dalla John Hopkins University, la Gran Bretagna è il Paese del mondo che conta il rapporto più alto tra vittime del Covid per 100mila abitanti. In parte questo triste primato deriva dal fatto che nel Paese il virus si è diffuso in modo molto massiccio durante la seconda ondata del Covid-19.

Una delle cause di questo è la diffusione della variante inglese che ha fatto schizzare in alto il numero dei positivi della nazione. Nei giorni scorsi le autorità sanitarie della Gran Bretagna hanno registrato un record di decessi: si tratta di oltre 1.800 morti in sole 24 ore. Questi numeri risultano molto preoccupanti e sono i più alti mai riscontrati nel Paese.

Nonostante i confronti tra le nazioni siano pieni di imperfezioni perchè si basano esclusivamente sui dati che vengono riferiti da ogni singola nazione, i 96.166 decessi che sono stati registrati nel Regno Unito su una popolazione di circa 66 milioni di persone, superano di molto lo stesso rapporto in altri grandi Paesi, inclusi anche gli Stati Uniti.

Secondo gli esperti i vaccinati possono trasmettere il Covid-19

A far aumentare la preoccupazione in tutto il mondo sono state le parole del professor Jonathan Van Tam, consulente del Governo e vice capo della sanità inglese, con cui ha spiegato che le persone vaccinate contro il Coronavirus potrebbero comunque trasmettere il virus a chi non è ancora stato sottoposto all’immunizzazione.

Si tratta di un’ipotesi che ancora non è stata confermata, ma nel caso anche altri esperti dovessero essere della stessa idea, risulterebbe essere molto preoccupante. In questo caso infatti l’eliminazione delle restrizioni dei diversi Paesi del mondo verrebbe spostata in avanti nel tempo in quanto i cittadini che entrano in contatto con persone vaccinate sarebbero comunque in pericolo.

Ricordiamo che in Gran Bretagna ad oggi sono 5,8 milioni le persone che hanno ricevuto la prima delle due dosi di vaccino. Nonostante questo, l’esperto Jonathan Van Tam ha fatto sapere tramite le pagine del Sunday Telegraph che «anche se le avete avute entrambe potreste trasmettere il Covid-19 a qualcun altro». Il vaccino secondo il professore «può evitare a chi lo ha ricevuto di ammalarsi in modo grave, ma non sappiamo ancora se impedisce il contagio»

Se le sue parole dovessero essere confermate anche da altri scienziati, è chiaro che la popolazione delle diverse nazioni dovranno ancora seguire regole restrittive e convivere con le maschierine a lungo per ridurre la possibilità di contagiarsi di Covid.