Autore: Luigi Crescentini

Coronavirus

Coronavirus e vacanze d’estate: ecco come le passeremo secondo il ministro Franceschini

Sarà un’estate diversa quella del 2020, sotto il profilo delle vacanze: ne ha parlato il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

In attesa che entrino in vigore le regole «ufficiali», il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini ha già anticipato alcune linee che riguarderanno proprio le nostre vacanze ai tempi del coronavirus.

In che modo passeremo le vacanze? Quali saranno i tempi? E quanti soldi saranno stanziati per aiutare uno dei settori più duramente colpiti dalla pandemia? Sono queste le domande che attualmente molti italiani si stanno ponendo. Il presidente del Consiglio ha affermato: «Ci attendono mesi difficili, ma l’estate non la passeremo in quarantena».

Vacanze ai tempi del Coronavirus, Franceschini: «Avremo delle vacanze diverse»

In un’intervista rilasciata al «Corriere della Sera», pubblicata nell’edizione di oggi, 11 maggio, si notano chiaramente i punti di vista del ministro Franceschini in merito a quelle che saranno le normative e le procedure da seguire nella stagione estiva. "Sicuramente ci dovremmo aspettare delle vacanze diverse, anche se il governo si sta impegnando affinché si possa soggiornare in mare, montagna, nelle città d’arte e in altri luoghi: bisognerà comunque abituarsi alle regole di distanziamento, indossare le mascherine ed attenersi alle regole generali per contrastare il rischio di contagio.

Questo sarà un anno di vacanze italiane - ha dichiarato Franceschini al «Corriere della Sera» - anche perchè difficilmente gli italiani avranno la possibilità di partire per l’estero e lo stesso varrà per gli stranieri che vorranno passare le vacanze in Italia. Le vacanze, dunque, riguarderanno esclusivamente il territorio nazionale e gli italiani che avevano programmato un viaggio all’estero dovranno, invece, riscoprire le infinite bellezze invidiate da tutto il mondo e che solo la nostra amata Italia può regalarci".

Questo è quanto riferito dal ministro Franceschini durante l’intervista. Una delle domande più frequenti (e di interesse pubblico) è quella che riguarda la possibilità di programmare le proprie vacanze, senza sapere, al momento, quando saranno concessi gli spostamenti tra una Regione oltre alla possibilità di accesso alle seconde case.

A questo proposito, il ministro dei Beni Culturali, sempre durante il colloquio giornalistico con il «Corriere della Sera», ha annunciato che il ministro Speranza si sta occupando di introdurre un sistema di monitoraggio efficace per controllare l’andamento delle epidemie nelle varie Regioni in modo da poter fare delle scelte soppesate. In ogni caso, verranno sempre consultati prima il Comitato tecnico-scientifico oltre alle Regioni stesse.

Bonus vacanza per gli italiani per aiutare il settore del Turismo

Tra tutti i settori, quello del turismo è stato sicuramente il più colpito. Nel decreto Rilancio saranno previste delle misure mirate per le imprese, una boccata d’ossigeno per le aziende che hanno avuto un grosso calo del fatturato, fino al prolungamento temporale degli ammortizzatori sociali. Ancora da definire, invece, è il bonus vacanza 2020, una cifra (ancora da stabilire) da destinare alle famiglie con un reddito Isee inferiore ai 40 mila euro annui. Anche se le cifre sono ancora incerte, il ministro Franceschini ha affermato che si dovrebbe parlare di 150 euro per i single, fino ad un massimo di 500 euro per le famiglie, da impiegare negli alberghi e nelle strutture ricettive. Questa manovra apporterà un’entrata di circa 2 miliardi di euro per il settore turistico.