Autore: Luca D

Stati Uniti - Russia - Giappone - Coronavirus

Coronavirus: migliora l’Europa, aumentano i casi in USA, Russia e Sud America

Stati Uniti nel pieno della crisi, iniziano a preoccupare Russia, Sud America e Giappone

I casi di coronavirus accertati in tutto il mondo hanno superato il milione e mezzo anche se, secondo diversi studi condotti da università prestigiose, il numero reale dei contagi sarebbe di gran lunga superiore, fino a 10 volte. Questo perché non sempre è possibile operare dei tamponi su vaste porzioni di popolazione e perché una buona percentuale delle persone infette non presenterebbe alcun sintomo.

Tra tutte le persone contagiate fino ad ora, il 4% è ricoverato in condizioni gravi stando ai datti diffusi da Worldometers. La situazione in Italia e Spagna è in lento ma continuo miglioramento ed altri paesi europei hanno già approvato i loro piani per un graduale ritorno alla normalità. L’Austria lo aveva già fatto nei giorni scorsi, ora lo ha fatto anche la Polonia che dal 15 aprile intraprenderà la fase 2.

Situazione in peggioramenti negli USA, 6.6 milioni di disoccupati in 7 giorni.

Al di fuori dell’Europa la situazione non sembra essere entrata in una fase controllata. I numeri degli Stati Uniti continuano a spaventare, si parla di quasi 500 mila contagiati e 15.000 vittime in tutta la nazione. Lo stato di New York continua ad essere quello più colpito visto che conta un numero di contagi maggiore a quello dell’intera Italia e secondo solo a quello della Spagna. Donald Trump continua a trasmettere ottimismo alla popolazione ed a mandare frecciatine sia alla Cina che all’Organizzazione Mondiale della Sanità ma nel frattempo deve fare i conti con un altro dato molto preoccupante: 16 milioni di americani hanno perso il loro posto di lavoro nelle ultime 3 settimane, 6.6 solo negli ultimi 7 giorni. Tali cifre sono di gran lunga maggiori rispetto a quelle previste all’inizio dell’emergenza dagli economisti.

Casi in aumento in Giappone, Russia e Sud America. Disordini in Pakistan.

Il numero dei contagi continua a salire anche a Tokyo. Il Giappone sperava di aver evitato la rapida diffusione che si è verificata negli altri paesi ma i dati degli ultimi giorni sono in netta controtendenza con ciò. Discorso simile per la Russia dove il numero dei contagi ha superato le 10.000 unità e sta iniziando a salire molto velocemente: nelle ultime 24 ore ben 1.500 tamponi sono risultati positivi.

Molto delicata è anche la situazione del Sud America che, evidentemente, non ha a disposizione i nostri mezzi e infrastrutture per combattere la diffusione del Covid 19. Per questo in Colombia è stato approvato un provvedimento che permetterà l’uscita a giorni alterni secondo il sesso. In determinati giorni potranno uscire solo gli uomini, in altri solo le donne. Anche in Pakistan la situazione è molto critica, i medici hanno protestato per chiedere protezione negli ospedali ed un concreto impegno nell’acquisto di ventilatori polmonari, la protesta è stata sedata dalla polizia con l’uso della forza e di spari.