Coronavirus, cambiano i colori delle Regioni dal 31 gennaio 2021?

Coronavirus, cambiano i colori delle Regioni dal 31 gennaio 2021?

Coronavirus sempre in continuo movimento ma ci sono delle novità in merito al cambio colori delle Regioni a partire dal 31 gennaio 2021.

Coronavirus come cambiano i colori delle Regioni dal 31 gennaio 2021? Ecco tutte le novità e quando verranno confermate.

Nuova ordinanza 29 gennaio 2021

Nella giornata di domani 29 gennaio 2021 ci saranno novità interessanti che partiranno direttamente dal Ministro della Salute Roberto Speranza. Quest’ultimo avrà la facoltà di cambiare i colori delle Regioni italiane a partire dal 31 gennaio 2021 a seguito del monitoraggio - repor n°37 - che si sta svolgendo sull’andamento del Covid 19 e di tutte le sue varianti.

La consegna del nuovo report è previsto per la mattinata di domani su base che va dal 18 al 24 gennaio. Tutti i numeri che sono stati analizzati dovessero venire confermati, potrebbero dare alle Regioni minori restrizioni con mezza Italia in zona gialla nuovamente.

Si è parlato in queste ore anche di zona bianca seppur come ipotesi : eppure queste condizioni non vanno bene a tutti, infatti alcuni esponenti come l’epidemiologo Forastiere propone un lockdown a febbraio per maggiore tranquillità.

Quali regioni cambiano colore il 31 gennaio?

Il nuovo bollettino della Protezione Civile ha proiettato uno scenario con 15204 contagi e 467 morti e secondo l’ultima ordinanza del Ministro Speranza la ripartizione attuale è la seguente:

  • Campania - Basilicata - Molise - Trento e Toscana in zona gialla
  • Abruzzo - Calabria - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Veneto - Piemonte - Puglia - Sardegna - Umbria - Valle D’Aosta in zona arancione
  • Bolzano e Sicilia in zona rossa

Tantissime sono le Regioni che sperano dal 31 gennaio in base ai dati che sono stati rilevati di poter passare ad un altro colore, così da avere anche minori restrizioni e più campo d’azione.

Il DPCM è in fase di aggiornamento anche se resta attivo che devono passare sempre 14 giorni per determinare il livello delle Regioni con passaggio di fascia a seconda dei dati che vengono raccolti man mano.

Secondo infatti i dati la Sardegna resterà in zona arancione in quanto valutato in data 22 gennaio e quindi non ancora trascorsi i 14 giorni canonici. Solinas - Presidente della Regione - ha inviato ieri sera una lettera al Ministro della Salute chiedendo che fosse cambiata la classificazione per l’isola da arancione a gialla visti i miglioramenti registrati negli ultimi giorni.

La Lombardia invece si trova in un tema più complesso considerando che la zona rossa è stata un errore, con il passaggio ad arancione. Ansa ha riportato quindi che la Regione resterà in zona arancione per lo meno sino a quando non saranno passati i 14 giorni di controllo anche se la valutazione - in realtà - si baserebbe al 15 gennaio.

Non ci resta che attendere la decisione del Ministro Speranza che verrà resa pubblica domani 29 gennaio 2021 con l’aggiornamento in merito alla suddivisione delle Regioni.