Autore: Luca D

Lombardia - Coronavirus

25
Feb 2020

Coronavirus, appello della regione Lombardia: manteniamo la calma e seguiamo le indicazioni

In una conferenza stampa, Giulio Gallera e Attillio Fontana, invitano a mantenere la calma, seguire le indicazioni, usare i numeri telefonici adatti e a non svuotare i supermercati. Anche Burioni tranquillizza i cittadini.

Giulio Gallera, assessore al Welfare della regione Lombardia, ha tenuto una conferenza stampa molto dettagliata nella quale ha fatto il punto della situazione ed ha dispensato consigli validi non solo per i residenti nella regione Lombardia, ma per tutto il popolo italiano. Nel corso della conferenza sono intervenuti il presidente della regione Attilio Fontana e diversi esperti del settore.

Il paziente zero

Riguardo al paziente zero, Giulio Gallera, ha sottolineato i continui sforzi operati dal personale medico e scientifico per individuare colui che ha portato il virus in Italia. Inizialmente si pensava di averlo individuato, ma l’analisi del tampone non ha confermato l’ipotesi iniziale. L’assessore ha anche sottolineato come, a questo punto, la priorità non sia questa ma quella di contenere la diffusione del virus e assicurare assistenza a tutti coloro che sono stati o che verranno colpiti da esso.

CONTINUA A LEGGERE: Coronavirus: turista positiva nella città di Palermo

Successivamente ha elencato una serie di dati, confermati anche dalla comunità scientifica, che dipingono un quadro meno negativo del previsto: solo il 10% degli infetti ha bisogno della terapia intensiva, la quasi totalità di questi supera i 65 anni. Dei 7 morti registrati in Italia, 5 in Lombardia, nessuno aveva meno di 75 anni e tutti presentavano dei quadri clinici già severamente compromessi.

I numeri da utilizzare in caso di necessità

Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia, ha invece insistito sulla necessità di rispettare le indicazioni che provengono dai piani alti. Fontana ha sottolineato le tante chiamate ricevute dal 112 ed ha invitato i cittadini a chiamare tale numero solo nel caso in cui si avvertano dei sintomi tipici dell’attacco virale o se si è stati in contatto con persone infettate o sospette. Per altre informazioni, consigli e aiuti non bisogna rivolgersi al 112, ma al numero verde 800.495.45.45, creato proprio per evitare di intasare il traffico telefonico sul 112.

CONTINUA A LEGGERE: Coronavirus, l’allarme del Financial Times sul rischio recessione

I supermercati

Il governatore lombardo, insieme ad altri vertici della regione, ha condannato apertamente la corsa alle provviste. Nella giornata di ieri sono circolate sul web tante foto di supermercati svuotati. Questo comportamento non ha ragione d’essere visto che ogni supermercato continuerà ad essere rifornito giornalmente e che nessuno dei market verrà chiuso nei prossimi giorni. Stesso discorso per i numerosi mercati all’aperto che riempiono le strade di Milano e di tutta la provincia.

I consigli dell’esperto Burioni

Roberto Burioni, virologo del San Raffaele e divulgatore scientifico di fama internazionale, invita tutti a non farsi prendere dal panico. L’esperto ha riportato i dati diffusi anche da Gallera sottolineando come la letalità del virus sia molto bassa e riguardi esclusivamente soggetti già a rischio. Il virologo ha anticipato che il numero dei casi aumenterà nel corso di questi giorni ma che le misure ferree adottate dal governo italiano permetteranno di assistere ad una diminuzione nella diffusione del virurs a partire dall’inizio della prossima settimana.