Coronavirus USA: Biden «Tutti gli americani vaccinati entro il 1° maggio»

Coronavirus USA: Biden «Tutti gli americani vaccinati entro il 1° maggio»

Il presidente degli Stati Uniti ha parlato per la prima volta alla nazione affermando tra le altre cose che il 4 luglio si potrà festeggiare con «piccoli assembramenti».

Il nuovo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha fatto il suo primo discorso alla nazione a un anno dall’inizio della pandemia di Coronavirus. Biden ha riferito parole confortanti per tutti i cittadini della nazione, infatti secondo il presidente «Tutti gli americani adulti saranno dichiarati candidabili a ricevere il vaccino anti-Covid entro il 1° maggio».

Inoltre, secondo il presidente il 4 luglio sarà possibile tornare a una «quasi normalità» e di conseguenza tutti gli americani potranno festeggiare «non solo l’Independence Day ma anche l’indipendenza dal virus».

USA: vaccino anti Covid entro il 1° maggio per tutti gli americani

Il primo discorso alla nazione di Joe Biden è arrivato a un anno dall’inizio della pandemia di Covid. Il presidente degli USA ha dichiarato che tutti i cittadini americani saranno vaccinati entro il 1° maggio, inoltre ha spiegato che il 4 luglio «ci sarà un ritorno a una quasi normalità» in quanto i cittadini potranno fare dei «piccoli assembramenti» per celebrare l’Indipendence Day festeggiando insieme senza dover temere il Covid-19.

Nel discorso alla nazione Biden ha esordito criticando aspramente l’operato del suo predecessore a capo della nazione, Donald Trump. Secondo il nuovo presidente infatti Trump avrebbe portato avanti una politica troppo negazionista nei confronti del Covid. Successivamente Biden ha ricordato le quasi 530 mila vittime degli Stati Uniti che hanno perso la vita per colpa del virus. Le vittime totali da inizio pandemia sono «più di quelle della Prima e Seconda Guerra Mondiale, del conflitto in Vietnam e dell’11 Settembre messi insieme», ha detto il presidente.

All’interno del discorso, Biden ha chiarito quali saranno le prossime fasi della campagna vaccinale. Il presidente ha affermato di voler eliminare la priorità di vaccinazione in base all’età e alle categorie di persone. «Ordinerò agli Stati, ai territori e alle tribù di rendere candidabili per il vaccino tutti gli americani adulti entro il primo maggio», ha spiegato il numero uno degli Stati Uniti.

Biden ha confermato poi di voler arrivare a cento milioni di vaccinazioni nei primi 60 giorni come presidente degli USA. Secondo le sue previsioni, questo importante traguardo potrebbe essere tagliato con molto anticipo in quanto a questo punto l’obiettivo è quello di vaccinare tutti i cittadini adulti entro il 1° maggio. Il presidente ha annunciato anche il dispiegamento di altri 4.000 soldati che saranno impegnati nella campagna vaccinale: a questo punto il numeor totale di soldati impiegati saranno 6.000.

I siti di vaccinazione raddoppieranno rispetto al presente, inoltre ci saranno altri 700 centri sanitari nei luoghi poco serviti. Aumenteranno anche le farmacie che parteciperanno alla distribuzione dei vaccini. Verrà richiesto l’aiuto anche dei dentisti, degli studenti di medicina e dei veterinari per eseguire un numero molto alto di vaccinazioni in poco tempo. Per agevolare le operazioni, verrà anche inaugurato un sito web in cui gli americani potranno scoprire dove sono i vaccini. Leggi anche: Texas: fine dei divieti, la gente torna nei bar senza mascherina