Coronavirus, Mario Monti: «Ho avuto il Covid, un anno fa sarei potuto morire»

Coronavirus, Mario Monti: «Ho avuto il Covid, un anno fa sarei potuto morire»

L’ex premier italiano Mario Monti ha svelato di aver avuto il Coronavirus a metà febbraio e ha tranquillizzato tutti dicendo di stare finalmente bene.

Mario Monti ha svelato di aver avuto il Covid ai microfoni di Un giorno da Pecora in onda su Rai Radio 1. L’ex premier italiano stava rispondendo ad alcune domande relative al vaccino anti-Covid ed è stato lui stesso a dare la notizia di essere stato positivo al Coronavirus a febbraio di quest’anno. La notizia non era infatti stata diffusa e si è saputa solo ora grazie alle parole del diretto interessato che ha tranquillizzato tutti spiegando di essere guarito.

Mario Monti ha avuto il Covid: le sue parole

L’ex presidente del Consiglio Mario Monti è intevenuto ai microfoni di Un giorno da Pecora su Rai Radio 1. Ha spiegato di non aver ancora ricevuto la vaccinazione contro il Coronavirus in quanto non ha ancora l’età anagrafica per poterlo ricevere. «Io non l’ho ancora fatto perché ho 78 anni e non 80 e quindi non l’ho ancora potuto ricevere», ha spiegato Monti. L’ex premier ha poi rivelato di essere «stato compensato perché ho fatto il Covid, a metà febbraio», una notizia questa che ancora non era stata resa nota e che quindi tutti gli italiani hanno imparato adesso grazie alle sue parole.

Mario Monti ha continuato spiegando la vicenda nel dettaglio. «Ora per fortuna sto bene, tutto è andato bene dopo qualche giorno di febbre molto alta. Da circa una settimana sono negativo e da qualche tempo ho finito i 21 giorni canonici della quarantena»», ha detto il senatore a vita sempre ai microfoni di Rai Radio 1.

Come abbiamo detto, la notizia della positività al Covid di Monti non era stata diffusa ed è stata resa nota solo adesso, a guarigione avvenuta. L’ex presidente del Consiglio ha raccontato altri dettagli relativi alla sua positività. «Per fortuna non sono mai stato ricoverato - ha confidato Mario Monti, aggiungendo che - Mi fosse successo un anno fa, sarei stato sicuro di morire, anche se poi magari l’esito sarebbe stato diverso. Stavolta invece è andata bene».

Queste parole fanno riflettere su quanto le cure siano diventate migliori rispetto a una anno fa, ma secondo Monti è anche «un fatto psicologico, ricordate anche voi i rumori continui di ambulanze e le scene di terapie intensive?». Lo stesso ex premier ha ammesso infatti che una anno fa avrebbe avuto certamente accolto la notizia della sua positività al Covid con grande angoscia e paura in quanto le cure non erano ancora quelle di oggi e, soprattutto, il clima era in generale molto differente da quello odierno e la paura la faceva da padrona.

Alla domanda relativa a come possa essere stato raggiunto dal Covid, Monti ha deciso di non rispondere spiegando di avere solo un’ipotesi ma nessuna certezza in merito. «Comunque, sono sempre stato molto attento alla sicurezza, più propenso a indossare una doppia mascherina che a dimenticare di metterla», ha concluso.