Autore: Fabrizia Volponi

Coronavirus

Coronavirus, Iva Zanicchi ancora in ospedale: «Sono in crisi»

Iva Zanicchi, positiva al Coronavirus, è ancora in ospedale. L’Aquila di Ligonchio ha registrato una serie di Instagram Stories e ha ammesso di essere in crisi.

La grande Iva Zanicchi, da qualche giorno positiva al Coronavirus, è ancora ricoverata in ospedale. L’Aquila di Ligonchio, attraverso una serie di Instagram Stories, ha aggiornato i fan sulle sue condizioni di salute, non nascondendo una certa preoccupazione.

Coronavirus: Iva Zanicchi ancora in ospedale

Brutte notizie per Iva Zanicchi: dovrà rimanere ancora in ospedale. L’Aquila di Ligonchio, ricoverata perché positiva al Coronavirus, sperava di poter lasciare il nosocomio, ma i medici non le hanno dato il permesso. Qualche giorno fa, la cantante ha scoperto di aver contratto il «virus democratico» e, in un primo momento, le sue condizioni di salute sembravano buone. Con il passare dei giorni, però, Iva ha iniziato ad accusare problemi respiratori e, considerando la sua età, i medici hanno predisposto il ricovero.

Portata nella struttura di Vimercate, la Zanicchi ha subito aggiornato i fan, dicendo loro di avere la polmonite bilaterale e di essere in buone mani. L’ottantenne, che ha sempre affrontato la vita con grinta e coraggio, si è mostrata un po’ spaventata. Giustamente, ha paura e, considerando l’evolversi della pandemia, non ha tutti i torti. Dopo qualche giorno da quel momento, l’artista è tornata sui social e ha rivelato ai fan di essere ancora in ospedale.

Come sta Iva? Le sue parole

Iva è leggermente abbattuta e sembra volersi abbandonare al pianto. I medici le hanno comunicato che non potrà lasciare l’ospedale e la notizia l’ha messa in crisi. Ha dichiarato:

"Ho ancora la febbre e non mi lasciano andare quindi sono un po’ in crisi. Sono un po’ delusa, non riesco a credere di avere la polmonite ancora. Tra due giorni vi rimando un messaggino, perché voglio farvi vedere tutto lo staff ospedaliero. (...) Una dimostrazione così grande di affetto non l’ho mai ricevuta, vi ringrazio tantissimo".

La Zanicchi è affranta, impossibile negarlo, ma, allo stesso tempo, è grata dell’affetto che i fan le stanno dimostrando. Prima di congedarsi da Instagram, la cantante ha voluto lanciare un appello:

"Queste persone (personale sanitario, ndr) fanno dei sacrifici inenarrabili, stanno per otto ore di fila tutti bardati per non essere contagiati e contagiare, senza poter fare neanche pipì. Riflettiamo e fate attenzione, proteggetevi. Mi raccomando, non intasate gli ospedali, se non è necessario".

L’Aquila di Ligonchio è provata, ma non dimentica di ringraziare i suoi ’angeli custodi’. Speriamo solo che il suo appello venga accolto, soprattutto dai negazionisti.