Autore: Rita Parisi

Coronavirus

Coronavirus, Ilaria Capua parla della seconda ondata e svela: “Il SarsCov2 ci ha colto di sorpresa”

Ilaria Capua è tornata a parlare del Coronavirus e ha espresso la sua previsione sulla seconda ondata dei contagi.

Ilaria Capua è tornata a parlare di Coronavirus durante la trasmissione televisiva in onda su La 7 “L’Aria che tira Speciale”. La virologa ha detto la sua sia sulla situazione italiana sia sul potenziale pericolo che stanno correndo gli Stati Uniti alle prese con le rivolte sociali e, sulla repentina diffusione del virus nei mesi scorsi, ha affermato: “Il SarsCov2 ci ha colto di sorpresa, non ce lo aspettavamo così contagioso, è andato ben oltre le nostre iniziali previsioni”.

Ilaria Capua: «Temo ondate multiple negli Stati Uniti»

Ilaria Capua ha parlato del delicato momento che stanno vivendo gli Stati Uniti e ha espresso la sua preoccupata previsione: “Devo dire che sono molto spaventata da quanto sta accadendo negli Stati Uniti. Le forte proteste sociali che stanno andando in scena sono perfette per riportare in alto la curva di infezione. Temo ondate multiple negli Stati Uniti”.

La Capua ha affrontato anche la consueta domanda che viene rivolta ormai sempre più frequentemente a virologi e medici, ossia la seconda ondata attesa in autunno e ha preso da esempio sua madre: “Io uso molto l’esempio di mia mamma, una signora che ha vissuto la seconda guerra mondiale, quindi una donna di una certa età, che in questi mesi non ha fatto capricci, ma ha capito che bisognava cambiare il sistema, come lo hanno capito tanti italiani”, ha spiegato durante il programma di La 7, specificando che: «nessuno ha la palla di vetro» per sapere cosa accadrà in futuro. “Aspettiamo la situazione si stabilizzi, poi mia madre dovrà sapere che quando potrò tornare in Italia resterò dall’altra parte del tavolo, ma andrà bene lo stesso” ha chiarito.

Coronavirus, Ilaria Capua: «Il virus non crea la pandemia»

“Non siamo più l’Italia di gennaio, siamo più pronti ora ad affrontare l’emergenza, sia come apparato sanitario che come risposta fisica soggettiva. Mi rivolgo anche alle mamme per sottolineare l’importanza di vaccinare i bambini. Coloro che hanno perso le vaccinazioni in questi mesi devono recuperarle, altrimenti tra 5 anni avremo adolescenti non protetti” ha spiegato, parlando anche della modalità del contagio nel mondo: “Il virus non crea la pandemia. Siamo noi che gli abbiamo permesso di salire sull’aereo e di contagiare tutto il mondo. La pandemia si è generata perché viviamo in un sistema più veloce di quanto dovrebbe essere. Il virus si è diffuso in una settimana nei 5 continenti”.

Ilaria Capua sul Coronavirus: «Questa pandemia ha reso possibile l’impossibile»

Infine, analizzando i dati relativi alla Lombardia, regione italiana più colpita dal Coronavirus, Ilaria Capua ha ricordato che “il virus fa il virus” e che il resto lo fanno le condizioni. “Viviamo in sistemi complessi e abbiamo gli strumenti per comprendere meglio e capire come non ricadere in un pasticcio di questo tipo. Già uscire da questa situazione sarà difficile e complicato, ma ricaderci no”, ha sottolineato per poi chiudere il suo intervento affermando: «Questa pandemia ha reso possibile l’impossibile, già che ci siamo usiamola per cose belle».