Controlli anti-Covid: 1.347 sanzionati a Capodanno

Controlli anti-Covid: 1.347 sanzionati a Capodanno

Secondo i dati del Viminale, nella giornata del 31 dicembre sono state controllate 64.855 persone di cui 1.347 sono state sanzionate e 16 denunciate.

Nel corso della giornata del 31 dicembre sono stati numerosi i controlli effettuti dalle Forze dell’Ordine in tutta Italia per scovare i trasgressori che violavano le norme contenute volte contenere il Coronavirus durante la notte di Capodanno.

Oltre ai controlli effettuati con blocchi stradali, Polizia e Carabinieri hanno anche scovato numerose feste private e party illegali che si sono svolte in tutto il nostro Paese.

Controlli anti-Covid il 31 dicembre: i dati del Viminale

Nel corso della giornata del 31 dicembre sono state controllate complessivamente 64.855 persone e 11.841 attività o esercizi. A renderlo noto è stato il Viminale tramite una nota pubblicata sulla propria pagina ufficiale Twitter.

Dagli inflessibili controlli effettuati per evitare feste e party privati durante la notte di San Silvestro sono emerse 1.347 persone sanzionate e 16 denunciate, inoltre sono stati chiusi 21 esercizi commerciali e sono stati sanzionati 67 titolari.

Feste private e party illegali

Dai numerosi controlli effettuati durante la notte di Capodanno sono emerse numerose feste private che sono state organizzate in tutta Italia senza tener conto delle norme anti-coronavirus. Uno dei party che hanno fatto più scalpore è stato quello organizzato in un resort di lusso a Padenghe sul Garda, nel Bresciano.

A tradire gli organizzatori sono stati i video e le foto pubblicate sui social da alcuni ospiti nonostante su ogni tavolo fosse presente un biglietto con scritto «vista l’attuale situazione chiediamo di non divulgare foto e video sui social». Nei video diffusi online si vedono i numerosi ospiti intenti a ballare, cantare e brindare senza mascherina, per tale motivo sono stati multati tutti i 126 ospiti per non aver rispettato le norme covid previste dall’ultimo Dpcm.

La Polizia ha scoperto anche una festa di Capodanno in un albergo al centro di Roma. Le Forze dell’Ordine, giunte nel luogo verso le 22.30, hanno trovato 27 persone che cenavano e ballavano festeggiando durante la notte di San Silvestro. Anche in questo caso verranno multati tutti i partecipanti.

A Milano sono state sanzionate 30 persone per aver violato i divieti di assembramento. In particolare, 18 persone sono state trovate in appartamento in affitto dove, verso le 5.30, è scoppiata una lita che ha fatto incorrere la Polizia e altre 12 persone sono state sorprese mentre festeggiavano senza distanza di sicurezza e mascherina all’interno di un residence.

La festa organizzata dal residence è stata denunciata dai vicini che alle 3.30 del mattino hanno chiamato le Forze dell’Ordine chiedendogli di intervenire. In un ristorante ai margini di Chinatown è stata interrotta una festa clandestina con 130 persone. In questo caso sono intervenuti 36 agenti di polizia, guardia di finanza e polizia municipale, che hanno bloccato e sanzionato il maxi assembramento facendo multe da 400 euro agli ospiti e una maxi multa da 50.000 euro agli organizzatori.

Ovviamente le regole anti-Covid non sono state rispettate anche in altre nazioni, un esempio eclatante è sicuramente il rave party illegale con più di 2.000 persone organizzato in Francia per festeggiare l’arrivo del 2021.