Autore: Giorgia De Angelis

Netflix - Curiosità - Streaming

Condividere l’account Netflix con gli amici non sarà più possibile

Durante la riunione relativa al Q3 2019 è stato deciso di ostacolare gli utenti nel condividere l’account Netflix con persone al di fuori della cerchia familiare.

La piattaforma di streaming più nota al mondo in questi ultimi mesi sta lanciando continuamente, oltre ai film e le serie tv, nuove idee per aggiustare il tiro con i guadagni (come ad esempio l’abbonamento low cost per mobile). Dopo aver alzato i prezzi, Netflix ha subito una notevole perdita di utenti. Le persone abbonate, fin dagli albori del servizio, puntano a ridurre i costi mensili andando a condividere l’account Netflix con amici e parenti.

Perché impedire agli utenti di condividere l’account Netflix?

Come ogni trimestre, per il Q3 2019 (riguardante i mesi di luglio, agosto e settembre) i piani alti di Netflix hanno tenuto una riunione, durante la quale è stata affrontata la tematica relativa all’uso erroneo della possibilità di condivisione dell’account. Secondo alcune statistiche emerse da una recente ricerca, circa il 35% dei millenials (o generazione Y) condivide impropriamente il proprio account con persone al di fuori dei familiari. Questa situazione comporta una perdita decisamente non trascurabile nelle tasche del colosso dello streaming online.
Il product chief Greg Peters ha comunicato di voler trovare una soluzione il più possibile consumer friendly (a favore del consumatore), utilizzando un preciso monitoraggio delle password per “beccare” i furbetti.

Non è ancora ben chiara la strategia che verrà utilizzata per eliminare del tutto il fenomeno. Netflix potrebbe adottare la tecnica utilizzata da SkyQ, che prevede la registrazione di tutti e tre i dispositivi che è possibile collegare al servizio, o quella di Spotify, che si affida ai servizi di geolocalizzazione degli utenti iscritti al pacchetto Family.
Quando gli è stato chiesto cosa avesse in mente per ovviare al problema, Peters ha affermato:

“Continueremo a esaminare la situazione e individueremo dei metodi consumer friendly per limitare queste situazioni, ma al momento non abbiamo grandi piani di fare qualcosa di diverso al riguardo”

La condivisione dell’account è legale?

Aprendo il sito ufficiale di Netflix e andando sulle “Condizioni d’utilizzo”, risulta ben chiaro e veramente poco fraintendibile che il servizio e qualsiasi contenuto visualizzato attraverso di esso:

“Sono destinati esclusivamente ad un uso personale e non commerciale e non possono essere condivisi con persone al di fuori del tuo nucleo domestico.”

L’opzione che prevede la condivisione dell’account su più schermi è quindi pensata solamente per un utilizzo domestico, in modo da consentire la visione della piattaforma anche da diverse stanze della propria casa.
Essendo una possibilità fornita dall’azienda stessa, non è dunque illegale condividere l’account Netflix. Vi è però un filo sottile che può essere facilmente oltrepassato. Fornire la propria password a più persone, concordandosi per la visualizzazione dei contenuti (c’è un limite alla visione simultanea di film o serie tv), va contro le condizioni del contratto con la piattaforma. In questo caso la penalità prevederebbe la sospensione e la cancellazione del profilo del “reo” utente.