Autore: B.A

28
Gen 2020

Codice della strada: novità per telefonini e sigarette mentre si guida e nuovo limite di velocità a 150 Kmh

Nuovo codice della strada riprende l’iter parlamentare.

Nuovo codice della strada in arrivo. Questa la notizia che ha fatto il giro dei media e che trae spunto dal fatto che il decreto che apportava sostanziali modifiche al codice che regola la circolazione stradale oggi è tornato in discussione a Montecitorio. Il decreto che è stato congelato per diversi mesi i Parlamento, in seguito alla crisi di governo che Salvini aprì ad agosto e che ha portato alla caduta del governo Conte uno, torna a correre per essere approvato probabilmente a febbraio. Ma come cambia il codice della strada alla luce del novità di questa autentica riforma? ecco tutte le novità che dovrebbero essere introdotte a decreto approvato.

Telefonini alla guida, si rischia grosso

Usare tablet, computer e soprattutto telefonini alla guida diventa sempre più rischioso, sia per la sicurezza stradale e quindi per le conseguenze relativi a sinistri e incidenti, che per le conseguenze sanzionatorie previste dal codice.
Pesanti inasprimenti delle sanzioni per chi è beccato a parlare al telefono o a guardare lo smartphone mentre guida. Multa e decurtazione dei punti sulla patente diventano molto più severi. Si passa da una sanzione minima di 165 euro, ad una minima di 422 euro. La massima passa da 661 euro a 1.697 euro. Per i casi di reiterazione in termini di medesima infrazione, multa massima che sale a 2.588 euro. Per quanto concerne i punti sulla patente, si passa da 5 punti a infrazione a 10 punti per chi viene beccato la seconda volta. Il rischio per stessa infrazione ancora successiva è la sospensione della patente da un minimo di una settimana ad un massimo di 2 mesi.

Si potrà andare a 150 Kmh in autostrada?

Un altra misura che potrebbe diventare norma è l’Innalzamento del limite di velocità in autostrada. Si passa dall’attuale limite di 130 Kmh a 150 Kmh, mentre per la guida in condizioni di asfalto bagnate, il limite resta fissato a 100 Kmh. Sempre per il limite di veloicità, la modifica del codice concede ai Comuni di prevedere limiti di velocità minimi in prossimità delle scuole. Inoltre, si pensa ad inserire anche il divieto di fumare mentre si guida l’auto, una misura questa volta a bloccare qualsiasi forma di distrazione che porta il conducente a non essere concentrato sulla guida.

Modifiche profonde per il divieto di sosta

Anche i passeggeri posteriori devono indossare le cinture di sicurezza, ma questa non è una novità introdotta dal nuovo codice della strada. La novità è che qualora il passeggero posteriore non indossa la cintura, viene multato anche il conducente. Stessa cosa per chi guida la moto e porta qualcuno sul posteriore, stavolta però non per le cinture ma per il casco. Dal 2024 poi, anche sugli scuolabus ci sarà l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza. Aumentano infine le multe per i divieti di sosta, di auto e motorini. Parcheggiare in divieto di sosta produce una multa che va da un minimo di 161 euro ad un massimo di 647 euro, quasi il doppio di minima e massima previste fino ad oggi, rispettivamente di 85 e 334 euro. Per le moto multa compresa da un minimo di 80 ad un massimo di 328 euro. Da 2 a 4 salgono anche le decurtazioni dei punti per l’infrazione del divieto di sosta.