Clamoroso in Puglia, sentenza del TAR: riaprono le scuole!

Clamoroso in Puglia, sentenza del TAR: riaprono le scuole!

Riaprono le scuole in Puglia.

Come se non bastasse, a caos si aggiunge caos. Il Tar poco fa ha sospeso l’ordinanza del governatore Emiliano che puntava a far tornare tutti a una Didattica Digitale Integrata per un paio di settimane, in vista della vaccinazione di massa. A volte, si ha l’impressione che si stia creando una formula matematica da tramandare ai posteri. Ordinanze regionali + caos= scuola in Puglia.

Dunque, non c’è pace per decine di migliaia di famiglie pugliesi alle prese con il dubbio scuola si o scuola no. Il Tar di Bari, attraverso un decreto monocratico urgente, ha sospeso l’ordinanza, in vigore da ieri, emessa dal Governatore Emiliano che, come detto, disciplina la didattica a distanza e chiude la didattica in presenza. Il provvedimento, che ha efficacia immediata, è stato firmato dopo un ricorso presentato da un’associazione di consumatori.

Riaprono le scuole in Puglia: polemiche dopo la decisione di Emiliano

Le polemiche sulla questione scuola in Puglia erano state davvero tante nelle ultime ore. Una parte dei genitori aveva chiesto a gran voce di far tornare in classe i ragazzi. Il disagio, per molti, è stato elevato: dover andare a lavoro e seguire i proprio figli nel mondo della Didattica digitale integrata, sono due aspetti che non so conciliano perfettamente.

Anche i Sindacati, che avevano annullato la giornata di sciopero e successivamente avevano fatto un passo indietro (ammullandolo), erano stati fortemente criticati da una parte dei genitori. Alla luce della mossa del Tar, dunque, vengono «riaperte» le scuole in Puglia e si dovrebbe tornare al passato: in aula secondo le regole del Dpcm vigente che consente la didattica in presenza per medie ed elementari, e una percentuale pari al 50% per le superiori.