Autore: Luca Macaluso

Alimentazione

Che cosa succede a chi mangia la banana con la buccia? Ecco la risposta

La buccia di banana solitamente viene gettata via, ma contiene innumerevoli benefici per la nostra salute.

La banana è un frutto ricco di sostanze nutrienti e benefiche per il nostro organismo poiché si compone di sali minerali come il potassio e vitamine come la B2 e la B6. Tuttavia, molti ignorano le preziose proprietà che contiene la sua buccia che viene considerata spesso solo come un rifiuto organico.

La buccia della banana, infatti, si caratterizza per il suo elevato apporto di fibra, per la presenza di antiossidanti e di minerali essenziali, ma non solo. Essa è un vero e proprio rimedio naturale contro diversi disturbi e malattie in quanto possiede una spiccata capacità antinfiammatoria e antimicrobica. Ecco cosa succede a chi mangia la banana con tutta la buccia.

La buccia della banana, innanzitutto, contiene fibra dietetica e il suo consumo favorisce la digestione e combatte la stitichezza soprattutto se la si assume attraverso infusione o frullata, mentre la parte bianca si compone di preziosi antiossidanti e sostanze acide che regolano il pH cutaneo facilitando l’eliminazione delle verruche.

Per ottenere un risultato apprezzabile occorre però fasciare la parte interessata con la buccia della banana e lasciarla agire una notte intera. Inoltre, non tutti sanno che la buccia di questo frutto è anche un ottimo lenitivo in caso di punture di insetti per le sue proprietà antinfiammatorie. La sua applicazione si rivela utilissima anche per contrastare prurito e arrossamento, basta strofinarla sulla puntura per trovare subito sollievo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare cachi la sera: le conseguenze

La buccia di banana, una valida alleata contro la ritenzione idrica e il mal di testa

La buccia di banana si rivela particolarmente utile anche per coloro che soffrono di ritenzione idrica. Inoltre, è una grande amica del nostro cuore e della nostra salute cardiovascolare in quanto le fibre naturali che contiene riducono l’assorbimento del colesterolo, mentre il potassio e il fosforo regolano la pressione arteriosa.

La buccia di banana è utilissima anche in caso di acne, pelle grassa, psoriasi, pelle secca e spenta, denti ingialliti e lividi: basta strofinare la parte bianca sulla zona affetta e si troverà subito beneficio. La buccia di banana, inoltre, ha la preziosa capacità di alleviare il mal di testa se la si consuma mediante tè oppure applicandola direttamente sul punto del capo che duole.

Essa è anche valida per i capelli indeboliti che tendono a spezzarsi: in questo caso occorre mettere i pezzetti di buccia di banana nel flacone dello shampoo o del balsamo e lavare i capelli, oppure si può frullare la buccia di banana con un po’ d’acqua e applicare sui capelli il composto ottenuto per 30 minuti, come se fosse una maschera prima di risciacquare e lavare come d’abitudine.

Infine, non tutti sanno che essa si presta a innumerevoli usi anche in casa in quanto si rivela efficace per pulire le scarpe e l’argenteria. In definitiva, prima di gettare via la buccia di una banana sarà meglio pensarci bene: potremmo buttare via una grande alleata della nostra salute.