Autore: Antonio Murante

Cassa integrazione

Cassa Integrazione COVID-19, arriva ulteriore proroga?

Cassa integrazione prorogata

In data 16 Giugno è stato discusso un nuovo decreto legge per allungare ulteriormente di altre 4 settimane la Cassa Integrazione Covid. Dopo un incontro coi sindacati tenuto dal Premier Conte con i maggiori vertici dei Sindacati dei lavoratori, è stata proposta un ulteriore deroga di quattro settimane delle nove già previste dal decreto Rilancio di cassa Integrazione continua.

Cassa integrazione e proroga

Il Premier Conte spiega che la necessità di un estensione della Cassa Integrazione «come un obiettivo qualificante del Governo» che ovviamente dovrà portare un ulteriore argine alla crisi.

Quindi molto probabilmente, oltre al rilancio, verrà rimodulato anche la tipologia di lavoro dove lo smart working avrà sempre più un appiglio più consolidato.

Ad oggi l’INPS informa che le domande da evadere di cassa integrazione sono inferiori alle 130000 mentre per i sindacati è solo un quarto il numero menzionato dall’ Istituto Nazionale dell Previdenza Sociale.

Dopo le prime 9 settimane di Cassa Integrazione di partenza successivamente sono state aggiunte altre 9 per un totale di 18 settimane e considerandole partite dal mese di Febbraio, alcune aziende vedranno esaurito il periodo concesso verso la fine di giugno.

Anche se i Sindacati chiedono ancora il blocco dei licenziamenti almeno fino alla fine dell’anno e i conseguenti ammortizzatori sociali, alcune persone sono ancora in attesa anche della primo acconto della cassa Integrazione.

Una situazione che mette ancora in difficoltà numerose famiglie che ancora una volta sono costrette a trascorrere il periodo estivo in piena emergenza.

I Sindacati fanno sapere che ci sono ancora quasi 500mila domande da evadere, cifra non irrisoria per un periodo così lungo di austerity economica.

Mentre il Governo ha aperto una linea diretta col Ministero del Lavoro da fare in modo che tutte le procedure vengono schematizzate nella maniera più veloce possibile in modo da fare avere una liquidità immediata a tutti coloro che sono in emergenza economica.

Oltre i bonus già erogati per campi estivi e per la prima infanzia, quello che ora preme è far ricevere al più presto possibile la Cassa integrazione ad intere famiglie.