Autore: B.A

Calabria: morta la governatrice Jole Santelli

Si è spenta a soli 51 anni la governatrice Santelli, da gennaio alla guida della Regione Calabria

È stato un terribile risveglio quello che oggi 15 ottobre hanno avuto tutti i calabresi e tutti gli italiani. La Governatrice Jole Santelli è morta a casa sua nella notte.

Non è riuscita a sconfiggere il cancro

È morta la Governatrice della regione Calabria Jole Santelli”, questa la terribile ultima notizia che sta facendo il giro degli organi di stampa. Jole Santelli, esponente politica di Forza Italia, ex senatrice della Repubblica e da gennaio scorso, dopo una netta affermazione elettorale, Governatrice della Regione Calabria, si è spenta a soli 51 anni di età. Muore la prima donna diventata Presidente della Regione Calabria. Jole Santelli era da tempo malata di cancro, anche se dalle prime indiscrezioni sembra che la causa di questo improvviso decesso sia diversa e riconducibile ad un infarto (sembra che sia di natura cardiaca l’improvviso malore che ha portato via la Governatrice).

“Si è spenta serenamente questa notte nella sua casa di Cosenza», questo il messaggio che la Regione Calabria come istituzione, ha voluto riportare in una nota con cui si avvertiva la popolazione della tragedia. Tra l’altro sembra che nessuno avesse alcun minimo dubbio sullo stato di salute della Governatrice negli ultimi tempi, perché impegnata duramente sul campo dell’emergenza coronavirus, a nessuno era apparsa affaticata e stanca, riuscendo a lavorare come sua abitudine, fino a tardi. Evidentemente la patologia oncologica e qualche improvviso malessere cardiaco hanno portato a questa improvvisa morte che ha colto di sorpresa tutti.

I commenti e le manifestazioni di vicinanza alla famiglia

Jole Santelli non c’è più quindi, e se ne va una donna forte, una “lady di ferro” che subito dopo la sua elezione ha dimostrato attaccamento e vicinanza alla sua gente ed alla sua Regione. Tutti ricordano infatti il muro contro muro che la governatrice ha avuto contro il governo Conte e il Ministro degli Affari Regionali Boccia ai tempi del picco della pandemia, quando la Calabria, proprio per volontà della governatrice, aveva disposto la riapertura di bar e attività simili che potevano sfruttare i tavolini all’aperto. La volontà di salvaguardare la propria terra, sia dal punto della salute pubblica che da punto dell’economia locale, hanno fatto innamorare di lei la gran parte dei corregionali, anche coloro che magari inizialmente, per partito preso o per scetticismo, non avevano fiducia.

In tanti hanno voluto ricordare il suo impegno e la sua dedizione. Per esempio, “un dolore profondo pervade tutta la comunità di Forza Italia .Perdiamo una amica, una grande Donna, una protagonista della politica italiana, amata dal suo popolo calabrese al quale ha dato tutta la sua vita”, questo ilo commento del vice presidente di Forza Italia , Antonio Tajani. “Jole, donna coraggiosa che ci mancherà” è il commento di un’altra politica italiana dal carattere forte, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. E non poteva mancare anche il commento di Matteo Salvini che ha detto che i Calabresi e gli italiani adesso pregano per Jole.