Boom di contagi in Francia, si sospetta nuova variante Covid sconosciuta: gli esperti lanciano l’allarme

Boom di contagi in Francia, si sospetta nuova variante Covid sconosciuta: gli esperti lanciano l'allarme

Troppi contagi in Francia, gli esperti sospettano una nuova variante covid

In Francia si teme la diffusione di una nuova variante Covid finora sconosciuta, gli esperti lanciano l’allarme. Al momento si tratta solo di un’ipotesi dettata da un’improvvisa impennata di contagi che si è registrata in alcune zone del Paese senza alcun apparente motivo.

Allerta massima in Francia: preoccupa l’ipotesi di una nuova variante Covid

Sono stati già effettuati alcuni test e gli esperti escludono che si tratti della variante inglese. L’improvvisa impennata di contagi fa preoccupare la Francia, si tratta di improvvise fiammate di contagi localizzate che devono essere ancora analizzate per capirne la natura. Ma gli esperti escludono che si tratti di varianti già note come quella inglese o brasiliana.

Il focolaio più grande si è verificato a nord di Parigi nell’ospedale di Compiegne dove sono stati individuati 240 casi positivi tra pazienti ed operatori sanitari. Qualcuno ha già iniziato a parlare di variante di Compiegne. La direzione sanitaria locale ha affermato: «La sequenza dei test effettuati la scorsa settimana ha già permesso di escludere che si tratti di contagi da variante britannica, più contagiosa. Ma la presenza di un’altra variante non è per il momento esclusa».

Situazione Covid in Francia: aumentano i ricoveri in terapia intensiva

Un fenomeno simile si è verificato nel sud-ovest del Paese, nel centro e nell’est dove in diversi ospedali si è registrata una media di contagi ben più alta di quella in tutta la nazione. Ciò ha scatenato anche un aumento dei ricoveri. In Francia sono stati registrati 10.655 nuovi ricoveri solo negli ultimi sette giorni, 1601 in terapia intensiva. Sulla nuova variante Covid ancora sconosciuta, la segretaria sindacale del centro ospedaliero colpito da questa impennata di casi, ha dichiarato:

"Ciò che è più preoccupante qui è il disagio dei nostri colleghi che si trovano in una situazione molto complicata con riduzione del personale a causa di questi test positivi".