Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Bonus

Bonus mobili e Superbonus 110%: si possono richiedere entrambi?

Il Governo italiano ha specificato nelle FAQ in quali situazioni specifiche è possibile richiedere il bonus mobili ed elettrodomestici. Vediamo insieme quando è possibile sfruttare l’agevolazione.

Il Superbonus 100% non esclude il bonus mobili ed elettrodomestici, ma si possono richiedere entrambi solo ad alcune specifiche condizioni. Scopriamo insieme quali sono le condizioni che permettono di accedere contemporaneamente ad entrambe le agevolazioni.

Superbonus 110%: i dettagli

Il Superbonus 110% è tra i bonus casa uno dei più apprezzati. Nello specifico si compone di due bonus con caratteristiche differenti: da una parte c’è il Super Sismabonus e dall’altra c’è il Super Ecobonus.

Il Super Sismabonus ha lo scopo di incentivare l’adeguamento antisismico dell’abitazione e può essere richiesto da chi abita in una delle zone sismiche 1, 2 e 3. Questa agevolazione consente anche di detrarre il 110% di quanto speso per acquisto e installazione di impianti fotovoltaici e di sistemi di accumulo. Il Super Ecobonus permette invece di svolgere lavori utili per migliorare le prestazioni energetiche della casa.

Per poterne fruire è necessario svolgere almeno un intervento trainante (ad esempio l’isolamento termico dell’abitazione), in tal modo poi è possibile svolgere anche interventi trainati come, per esempio, sostituire gli infissi oppure installare un impianto fotovoltaico. In generale comunque questi lavori devono far migliorare l’abitazione di almeno due classi dal punto di vista del risparmio energetico.

Bonus mobili e Superbonus 110%: quando si possono richiedere entrambi

Fatte queste premesse e compreso come si compone il Superbonus 110%, passiamo alla questione centrale e vediamo quando è possibile richiedere il bonus mobili in concomitanza al Superbonus 110%. Il Governo ha specificato nelle FAQ che il bonus mobili ed elettrodomestici può essere richiesto da coloro che fruiscono del Sismabonus ordinario oppure del Super Sismabonus. In entrambi i casi le spese devono essere fatte dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Per poter richiedere il bonus mobili è necessario infatti effettuare dei lavori di ristrutturazione edilizia ed è quindi possibile farlo sfruttando i bonus erogati per adeguare dal punto di vista antisismico la propria casa. Nel caso invece si fruisca del Super Ecobonus, non è possibile sfruttare il bonus mobili dal momento che i lavori per effettuare migliorie di classe energetica non sono interventi che rientrano nella categoria di ristrutturazione edilizia.

Cos’è il bonus mobili ed elettrodomestici?

Il bonus mobili ed elettrodomestici è una detrazione IRPEF del 50% che spetta a coloro che acquistano mobili e grandi elettrodomestici di classe pari o superiore alla A+ oppure A o superiore se si tratta di forni e lavasciuga. Coloro che richiedono questo aiuto economico devono essere in grado di documentare gli acquisti fatti pagando solo in modalità tracciabile ossia tramite bonifico bancario oppure con carta di credito o debito.

Il bonus viene ripartito in 10 quote annuali di pari importo e viene calcolato su un tetto massimo di spesa di 16.000 euro nel 2021. Ricordiamo che si tratta di una nuova soglia, infatti prima della proroga presente nella Legge di Bilancio 2021, il tetto massimo nel 2020 era di 10.000 euro. Questa soglia va a comprendere anche le spese di trasporto e di montaggio oltre che l’acquisto del bene materiale.