Autore: B.A

Scuola

Bonus famiglie disagiate: astucci, libri e quaderni, dal governo soldi alle Regioni

La Azzolina spiega cosa significa questo bonus.

Il Ministero dell’istruzione ha stanziato soldi che consentiranno alle Regioni di comprare astucci, libri, quaderni, diari e kit scolastici in genere. Si tratta di prodotti che poi le Regioni gireranno alle famiglie meno abbienti, a quelle più in difficoltà nel sostenere le spese per mandare i figli a scuola, a partire proprio dai libri e dal materiale di consumo scolastico. La Campania ne è un tipico esempio, come riporta il sito «internapoli.it».

Il bonus per famiglie disagiate, cos’è?

Soldi per libri, quaderni e astucci, o per kit e corredi scolastici, o ancora per la Didattica a distanzao integrata come si chiama adesso. Questo ciò che fornisce alle famiglie disagiate il bonus che il governo ha istituito. Tutti questi materiali scolastici potranno essere acquistati dalle scuole con i fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione.

Per la Campania questi fondi ammontano a 456.800 euro e verranno spalmati a 571 istituti scolastici scelti sulla base di precisi parametri. I soldi infatti finiranno a quegli istituti dove vengono segnalati indici di dispersione scolastica più elevati nonché un tessuto sociale ed economico più problematico tra la popolazione i cui figli frequentano le scuole.

Ma i soldi che finanzieranno i bonus saranno spalmati in tutta Italia e in moltissimi istituti scolastici. Infatti dalla Lombardia e precisamente dal Varesotto, confermano che sono già in arrivo oltre 300.000 euro alle scuole varesine per comperare libri scolastici, quaderni e kit scuola da consegnare ai ragazzi di famiglie in difficoltà. La cifra, stanziata dal Ministero riguarda circa 51.000 studenti lombardi.

Il benefit per oltre 74.000 studenti

La misura è stata voluta espressamente dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in vista del varo del nuovo anno scolastico 2020/2021. La crisi economica scatenatasi dopo l’arrivo della terribile pandemia da Covid infatti, non ha fatto altro che aumentare la platea delle famiglie in difficoltà. Questo significa che sono molte più del passato le famiglie che si trovano ad avere difficoltà nel mandare i figli a scuola, perché impossibilitate a dotare i ragazzi dei materiali necessari per frequentare le lezioni.

E così si è pensato di dare questo bonus direttamente alle Regioni che conoscono meglio queste situazioni. In Campania hanno già distribuito le risorse, che porteranno alla fornitura di libri gratis a studenti di famiglie in difficoltà. Si tratta di una operazione che riguarderà 74.434 fra ragazze e ragazzi delle secondarie di primo e secondo grado.

“Questa estate, insieme alle misure e alle risorse per la ripartenza abbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà. Abbiamo dato soldi direttamente alle scuole per libri e kit didattici. Un finanziamento diretto che consente di venire subito incontro, con acquisti immediati, alle esigenze delle studentesse e degli studenti”, così il Ministro Azzolina ha spiegato la portata della iniziativa del governo così fortemente caldeggiata proprio da lei.