Bonus TV senza Isee: fino a 100 euro rottamando il vecchio apparecchio

Bonus TV senza Isee: fino a 100 euro rottamando il vecchio apparecchio

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha firmato il decreto, ecco come funziona il nuovo incentivo per cambiare TV

Stavolta non sarà necessario alcun Isee, perché l’incentivo per cambiare il vecchio apparecchio televisivo, con cui tra poco non si vedrà più nemmeno un canale, adesso diventa un bonus rottamazione.

Scordatevi il vecchio incentivo da 50 euro basato su redditi e patrimoni della famiglia del richiedente. Adesso si passa ad un bonus fruibile semplicemente ritranando il vecchio apparecchio.

E le cifre salgono, perché se fino ad oggi l’incentivo era di 50 euro, adesso può arrivare fino a 100 euro.

E tra l’altro si tratta di due bonus che possono essere pure cumulati tra loro. Tutto questo è previsto dal decreto che il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ha firmato e che rende operativo il benefit.

Il nuovo bonus televisione, di cosa si tratta?

Con 250 milioni di dotazione economica, il bonus per cambiare televisione a casa, in modo tale da dotare le famiglie di televisori in linea con i nuovi standard di trasmissione in digitale terrestre, è operativo.

Giancarlo Giorgetti, Ministro dello Sviluppo Economico, ha firmato il decreto. Il bonus sarà utilizzabile fino al 31 dicembre 2022.

«A differenza del precedente incentivo, che resta comunque in vigore ed è pertanto cumulabile per coloro che sono in possesso di tutti i requisiti, il bonus rottamazione Tv si rivolge a tutti i cittadini perché non sono previsti limiti Isee», questa la nota che accompagna la firma al decreto da parte del titolare del Mise.

Il bonus punta ad aiutare le famiglie all’acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terrestre Dvbt-2/Hevc Main 10.

Il bonus non è fisso come il precedente, che eroga 50 euro a ciascun beneficiario. Infatti stavolta è più opportuno parlare di sconto del 20% sul prezzo di acquisto. Oggi infatti il bonus può arrivare a massimo 100 euro, ma solo di fronte all’acquisto di un televisore del valore di 500 euro.

Lo sconto verrà applicato direttamente dal rivenditore al momento dell’acquisto.

Rottamazione televisore e bonus, come si fa?

Come dicevamo occorrerà rottamare il vecchio apparecchio per ottenere lo sconto fino a 100 euro sul nuovo.

La rottamazione deve riguardare un vecchio apparecchio, cioè comperato prima del 22 dicembre 2018. Il bonus sarà fruibile per ogni nucleo familiare per acquisti effettuati fino al 31 dicembre 2022.

Ricapitolando, sono necessari tre requisiti per beneficiare dell’incentivo. Il primo è la rottamazione del vecchio apparecchio televisivo. Poi, occorre essere residente in Italia. Ed infine, occorre essere in regola col pagamento del canone TV della Rai.

Naturalmente i soggetti esentato dal versamento del canone potranno comunque ottenere il bonus, per evitare una evidente questione discriminatoria nei confronti degli over 65 che a determinate condizioni sono esonerati dal pagamento.

La rottamazione del vecchio apparecchio potrà essere effettuata direttamente dal rivenditore, oppure attraverso una isola ecologica presso il comune di residenza.

Nel primo caso sarà lo stesso rivenditore ad occuparsi dello smaltimento del vecchio televisore. Nel secondo caso invece, il responsabile dell’isola ecologica rilascerà una ricevuta di avvenuta rottamazione dell’apparecchio ed il richiedente del bonus dovrà consegnare al rivenditore del televisore questo documento per poter godere del bonus.

In ogni caso lo sconto sul prezzo di acquisto che il rivenditore applica sarà da quest’ultimo recuperato tramite un credito fiscale.