Autore: B.A

Bergamo, polemiche per una proposta leghista: niente migranti sui bus dei lombardi

Proposta ufficiale al Prefetto da parte del Carroccio che vuole corse separate per i migranti

E si parlerà sicuramente di razzismo per una proposta alquanto particolare che la Lega ha fatto alla locale Prefettura. Una proposta che prevede corse in autobus diverse tra italiani e migranti. Ecco nel dettaglio di cosa si tratta.

Stop ai migranti nei bus dei residenti

Già si parla di discriminazione razziale e già si rievocano storie Americane dei tempi del Ku Klux Kan o dell’Apartheid in Sudafrica. Rievocazioni dei tempi che furono, quando le discriminazioni razziali erano terribili e diffuse. Forse è una esagerazione, ma a Bergamo la Lega ha fatto una proposta particolare al Prefetto. Corse, orari e bus differenti tra studenti locali e migranti. In pratica, basta migranti sui pulman dedicati ai residenti. Questo ciò che alcuni rappresentanti della Lega avrebbero proposto giustificando tale idea con un eloquente “sgomitano, vista la loro stazza occupano troppo posto”

Sembra che il Prefetto sia stato davvero informato di questa proposta

La richiesta fatta dai membri del Carroccio, come si legge su diversi siti tra cui “lalegepertutti.it” è quella di non far salire i migranti sugli autobus degli studenti del mattino ma di riservare a loro dei mezzi apposta o, in alternativa, di farli viaggiare in orari diversi. L’idea, in base alle indiscrezioni che provengono da fonti vicine al Carroccio sembra sia già stata recapitata al Prefetto, Enrico Ricci, con cui avrebbe parlato una delegazione dei leghisti bergamaschi. Sui social monta già la polemica, nonostante inizialmente si pensava che la proposta fosse una classica bufala.